Telefonia

Quanto costa un Giga di traffico dati? L’Italia è tra i Paesi più economici

Qual è il costo medio di un Giga di traffico dati nel mondo? È questa la domanda alla base della ricerca commissionata da Cable.co.uk che ha posizionato l’Italia al quarto posto della classifica mondiale, che prende in considerazione 228 nazioni. Più economici del Bel Paese solo India, Israele e Kirghizistan.

Il rapporto costi/performance è stato calcolato prendendo in considerazione diversi fattori tra cui la presenza di una rete fissa mobile e la capacità di spesa della popolazione. Tutta la metodologia della ricerca è disponibile sul sito ufficiale, raggiungibile a questo link. Ritornando alla classifica, in Italia è stato stimato un costo medio per Giga di 0,43 dollari seguita dall’Ucraina e Kazakistan, entrambe con 0,46 dollari.

Credit - Cable.co.uk

I ricercatori hanno ricostruito quattro archetipi principali. I Paesi con un’ottima infrastruttura 4G e una connettività diffusa tendono ad avere piani più economici. I Paesi con una scarsa o nessuna disponibilità di banda larga su linea fissa tendono ad affidarsi ai dati mobili, che diventano il principale mezzo di comunicazione e per cui sono onnipresenti. Con un mercato saturo e molti fornitori concorrenti, in accoppiata a un salario medio basso, i prezzi dei dati in tali paesi si abbassano. È il caso del Kirghizistan (0,21 dollari) e Kazakistan.

Poi ci sono i Paesi in cui sebbene i dati mobili siano ampiamente disponibili, non c’è un largo utilizzo. In questi casi, il costo diventa più elevato come in Benin. Troviamo infine i Paesi ricchi che tendono ad avere una buona infrastruttura mobile che costa molto di più in quanto il potere di spesa dei clienti è maggiore. Ne è un esempio la Germania.

L’Europa occidentale, in generale, è la quinta regione più economica (3,13 dollari). Oltre all’Italia, tra i Paesi europei più economici troviamo la Danimarca (0,80 dollari) e la Francia (0,81 dollari), mentre la nazione più cara è Andorra con un costo per Giga di 9,54 dollari.

Chissà se l’arrivo del 5G cambierà in qualche modo l’attuale classifica o se si andrà solo verso un potenziamento delle prestazioni, senza un sostanziale aumento dei costi per i consumatori.

Se siete alla ricerca di uno smartphone Samsung, potete dare un’occhiata alla nostra guida raggiungibile a questo link.