Tom's Hardware Italia Tom's Hardware
Smartwatch

Recensione Apple Watch 3, più potente e intelligente

Assieme al nuovo iPhone 8, di cui potete leggere la recensione a questo indirizzo, Apple ha presentato anche il Watch 3. Con il suo smartwatch la casa di Cupertino segue una strategia che non stravolge il prodotto a ogni nuova versione, bensì ne migliora la tecnologia e aggiunge alcune caratteristiche.

Questo approccio è particolarmente interessante agli occhi dei consumatori, infatti chi ha acquistato il primo Watch può ancora considerarsi soddisfatto dell'acquisto, dato che la maggior parte delle funzioni fruibili con il Watch 3, lo sono anche con la prima versione.

Proprio per questo motivo, e per il fatto che design, dimensioni e metodi d'interazione non cambiano, se vi avvicinate solo ora al mondo di Watch prima di proseguire vi consigliamo di leggere la nostra recensione del primo Watch, che nonostante sia stata pubblicata due anni fa, è ancora attualissima.

La "Series 3" di Watch è tutta all'insegna dello sport, poiché la principale novità riguarda l'inclusione di un barometro, che permette di rilevare anche i dati di altitudine. Certamente cambiano anche le prestazioni, grazie al nuovo processore dual-core S3 che, rispetto al Watch 2, incrementa le prestazioni fino al 70%, e ancora di più se consideriamo il raffronto con il primo Watch.

IMG 0095 JPG

Non che le prestazioni non siano importanti, così come è piacevole avere uno smartphone o un computer che risponde istantaneamente ai comandi, lo stesso vale per lo smartwatch, ma in questo caso non sono le prestazioni del SoC che limitano le funzioni. Eccetto una, Siri, che su Watch 3 permette un'interazione migliore, infatti quando gli chiederete qualcosa, lei vi risponderà con la voce, anziché semplicemente mostrare la risposta a schermo, come è successo fino ad ora.

Il barometro aggiunge, come detto, i dati di altitudine. Quando ora uscirete per una corsa a piedi o in bicicletta, non solo registrerete i dati di velocità, durata, lunghezza o pulsazione, ma anche l'altezza, o meglio il dislivello che avrete affrontato. Si tratta di un dato per alcuni ininfluente, mentre per i più appassionati sarà importante. Dopotutto potrete correre per un chilometro in piano, o farlo in salita, e non è certo la stessa cosa.

IMG 0100 JPG

Un'altra novità comunicata da Apple è il chip W2, responsabile della gestione di Wi-Fi e Bluetooth. Secondo l'azienda le prestazioni wireless sono migliori in termini di velocità ed efficienza. In questi giorni di test non abbiamo notato alcun problema di connettività, il che ci fa presupporre che il nuovo chip faccia bene il suo dovere. Certo testare il confronto non è cosa semplice, stiamo valutando se vale la pena approfondire l'argomento.

Solo GPS, niente LTE, per ora

Parlando di connettività la caratteristica più importante di Watch 3 è senza dubbio la disponibilità di una versione compatibile con LTE e UMTS. Tuttavia al momento l'Italia non è tra i paesi in cui è possibile acquistare il Watch in versione telefonica, e a quanto pare il problema non è certo la volontà dell'azienda di Cupertino, bensì riguarda gli operatori.

C'è chi dice che sia un problema tecnico nella gestione dell'eSIM (SIM elettronica), chi invece è convinto che sia una pura questione di accordi commerciali. In questa notizia potrete trovare maggiori informazioni a riguardo: Apple Watch LTE.

Ad ogni modo, immaginiamo di vivere negli Stati Uniti dove è possibile acquistare il modello LTE e chiediamoci se si tratta, o meno, di una cosiddetta "killer application". Valutare una funzione del genere non è semplice, anche perché l'unico momento che immaginiamo possa tornare utile è durante sessioni di sport, dove sarà possibile uscire unicamente con il Watch al polso per avere tutto quello che serve, chiamate telefoniche incluse

IMG 0097 JPG

Ma, a meno che non vi troviate in questa situazione veramente molto spesso, in tutti gli altri casi non ci sembra una funzione così importante. Dopotutto siamo così tanto abituati ad avere lo smartphone sempre con noi, che ci sembra più una duplicazione poco utile dei dispositivi. Ammettiamo tuttavia che non si può dare un giudizio veramente completo finché non si prova a fondo un dispositivo o una funzione, quindi rimandiamo il giudizio a un futuro indefinito.

Watch OS 4

Come iOS 11 accompagna l'uscita dell'iPhone 8, Watch OS 4 accompagna quella del Watch 3. La nuova versione dell'OS è disponibile per tutte le versione del Watch.

Qui di seguito vi raccontiamo quali sono le principali novità di Watch OS 4

Nuovi quadranti

Assieme a nuove grafiche per i quadranti, tra cui alcune animate con i personaggi di Toy Story, l'interfaccia è più intelligente poiché è in grado di mostrare dinamicamente dei contenuti in base a dove vi troverete o all'ora del giorno. Ad esempio mostrerà le informazioni su un appuntamento o un reminder senza un'interazione preventiva.

Activity Coaching

Una caratteristica del Watch è la schermata "ad anelli", che vi mostra il completamento delle vostre attività fisiche impostate. Ora verrete incalzati con avvisi atti a spronarvi a fare maggiore attività fisica. Il sistema cerca di memorizzare le vostre abitudini e, ad esempio, potrebbe spronarvi appena rientrati a casa a fare una corsa di dieci minuti per portare a compimento l'obiettivo quotidiano.

IMG 0096 JPG

Allenamento e ritmo cardiaco

L'applicazione dell'allenamento è stata potenziata, e vi permette di interagire più velocemente nonché attivare un allenamento con pochissimi tocchi. Di pari passo il sistema di rilevazione cardiaca effettua più sessioni di misurazione, in maniera tale da offrirvi dati più completi sul vostro cuore, come reagisce e si comporta durante tutta la giornata e differenti sessioni fisiche.

Musica

Se utilizzate l'iPhone per ascoltare musica tramite i servizi integrati (non tramite app di terze parti), ora l'applicazione per Watch è stata completamente rivista nell'interfaccia, sempre con lo scopo di velocizzare l'interazione nonché rendere l'esperienza di navigazione migliore.

Queste sono le principali novità, ma ancora una volta sono stati migliorati tanti piccoli aspetti che permettono di interagire maggiormente con il Watch. Quello che è sempre stato un secondo schermo, passivo, ora permette di svolgere delle operazioni senza dover ricorrere allo smartphone. 

Modelli, prezzi e verdetto

Se qualcuno fosse dubbioso su quanto detto in apertura di questa recensione riguardo alla validità, ancora attuale, del primo modello di Watch, la scelta di Apple di venderlo tutt'oggi dovrebbe essere  una conferma sufficiente.

Consigliare l'Apple Watch a chiunque sia alla ricerca di uno smartwatch e possegga un iPhone è abbastanza semplice, quindi la domanda più corretta sarebbe "quale acquistare?". 

Se quello che cercate è uno smartwatch per ricevere le notifiche dell'iPhone e allenarvi, la prima serie al prezzo di 279 euro dovrebbe essere la vostra scelta. Costa 100 euro in meno rispetto Watch 3, soldi che magari varrebbe la pena investire nel nuovo iPhone, selezionando il modello con maggiore spazio di archiviazione.

AppleWatchS3 Links Hero PR SCREEN

Tuttavia se volete allenarvi seriamente, sfruttare il GPS, l'altimetro e magari usarlo in piscina grazie all'impermeabilità, il Watch 3 dovrebbe essere la vostra scelta, a un prezzo di partenza di 379 euro.

Questi sono i prezzi di partenza, ovviamente potrete spendere di più, soprattuto sul Watch 3, scegliendo modelli realizzati con materiali più pregiati.

Considerando che le dimensioni e il design sono rimasti inalterati, potrete scegliere tra un sacco di cinturini differenti, tra cui anche il nuovo modello sportivo, con chiusura in velcro e una copertura che lo tiene leggermente sollevato dalla pelle, pensato per i veri sportivi.