Tom's Hardware Italia
Android

Recensione Fossil Q Venture, prima di tutto il design

Fossil Q Venture   Fossil Q Venture, design classico con anima moderna PRO: Design, materiali e costruzione. Sofware Wear OS con tante applicazioni e sempre fluido. CONTRO: Manca il GPS e il sensore di battito cardiaco, il singolo pulsante riduce la facilità d'interazione. VERDETTO: Fossil Q Venture è uno smartwatch Wear OS pensato per chi […]

Fossil Q Venture

 

Fossil Q Venture, design classico con anima moderna

FTW6002 main


Q Venture è una linea di smartwatch del marchio Fossil, basati su Wear OS nell'ultima versione. Gli smartwatch Android faticano a differenziarsi tra loro, considerando che il sistema operativo è identico per tutti e le personalizzazioni disponibili non sono quelle che si possono avere su uno smartphone.

La forza del marchio Fossil (e di tutti i marchi del Fossil Group), è essere un'azienda attiva nel campo degli orologi da anni, in grado di distinguersi dai marchi di elettronica pura per il design dei prodotti, la raffinatezza e i materiali, e soprattutto la possibilità di offrire molti di questi design.

IMG 20180509 142038

La serie Q Venture, ad esempio, è disponibile in ben 10 modelli differenti, che abbinano cassa in acciaio in vari colori e cinturini, che si differenziano anche per la tipologia di materiali utilizzati, acciaio o pelle. Il cinturino è intercambiabile, così da offrire moltissime combinazioni.

L'altra particolarità di questa serie riguarda la dimensione della cassa, pari a 42 mm. Molti altri smartwatch, del marchio stesso o di altri produttori, tendono ad avere una cassa più grande. Si parla di pochi millimetri, tuttavia sufficienti per fare la differenza su polsi minuti. Se non avete quindi un polso e una mano grande, dovreste considerare questa linea di Fossil.

IMG 20180509 142433

Il modello che abbiamo provato è forse quello più particolare, con una cassa e cinturino in acciaio di colore blu e rosa, o meglio il classico "rose gold", che in base all'illuminazione tenderà dall'oro al rame.

Leggi anche: Guida al miglior fitness tracker per te.

Il design della cassa è estremamente pulito, con un unico tasto sulla destra che riprende quello di un orologio classico ma non si può ruotare – è solo un dettaglio estetico. Rispetto ad altri modelli, come ad esempio l'Armani Connected, la presenza di un unico pulsante limita l'interazione, o meglio, la rende meno diretta poiché dovrete per forza ricorrere al touchscreen.

IMG 20180509 142317

Quest'ultimo è preciso e molto luminoso, la dimensione è di 1.19", risoluzione di 390 x 390 pixel (ovviamente parte di questa risoluzione in quanto è tondo) ed è AMOLED, anche all'esterno non avrete problemi a consultarlo grazie a luminosità e contrasto. Ovviamente la scelta del quadrante può rendere più o meno semplice questo compito: se selezionerete una grafica con sfondo scuro e caratteri chiari, l'elevato contrasto vi aiuterà anche nelle situazioni più estreme.

Una pecca nel design riguarda la cornice di circa due millimetri tra lo schermo e la scocca del quadrante. Anche in questo caso, se userete un tema scuro non la noterete, e il design rimarrà integro nella sua bellezza, mentre se il tema sarà chiaro allora perderete un po' di eleganza.

IMG 20180509 142152

Integra 4 GB di memoria, connettività Bluetooth 4.1 e anche Wi-Fi 802.11 n. La piattaforma è l'ormai classica Snapdragon Wear 2100 con 512 MB di RAM, la base di ormai moltissimi modelli, non solo del gruppo Fossil. Non ha invece il GPS e nemmeno il lettore di battito cardiaco, mancanze condivisibili considerando la tipologia di prodotto, pensato più per un pubblico che cerca un accessorio di moda che uno smartwatch con cui allenarsi. Manca anche l'altoparlante, di cui abbiamo sentito un po' più la mancanza.

Alcuni smartwatch integrano un quantitativo di memoria RAM superiore, che aiuta a mantenere lo smartwatch reattivo anche con molte applicazioni aperte. In questo caso non ne sentiamo la necessità considerando la tipologia d'uso del modello, che è sicuramente meno impegnativa rispetto un modello con più funzioni e caratteristiche.

IMG 20180509 142300

Wear OS, presente nella versione 1.1 (versione aggiornata, da non confondere con Android Wear, il vecchio nome dell'OS che aveva raggiunto un numero di release più alto), si trova a suo agio sul Q Venture. Con tutte le applicazioni e funzioni di base, l'interazione è veloce e senza rallentamenti.  Le funzioni sono quelle classiche viste su tutti gli smartwatch Wear OS, e Fossil non aggiunge funzioni o applicazioni speciali. L'unica personalizzazione, in questo caso, è rappresentata dai quadranti.

IMG 20180509 142357

La batteria è in grado di offrire una giornata lavorativa piena di autonomia. Scollegato alle sette di mattina, con sincronizzazione attiva per tutto il giorno e usato come secondo schermo e qualche interazione con l'assistente Google, che è poi il metodo d'uso più naturale e diffuso, arriverete alle dieci di sera con circa il 25% di autonomia residua. Provandolo diversi giorni, abbiamo mediamente raggiunto questo risultato. Alcuni giorni l'uso è stato un po' più spinto, ma in nessuna situazione ci siamo ritrovati con lo smartwatch scarico prima di rientrare a casa, anche dopo aver cenato fuori.

Leggi anche: Recensione Fossil Q Commuter, per chi non vuole uno smartwatch

La ricarica avviene tramite induzione con un'apposita basetta. Questa è comune a molti smartwatch del Gruppo Fossil, non è particolarmente comoda, ma fa il suo dovere.

Verdetto

Fossil Q Venture è uno smartwatch Wear OS pensato per chi cerca un prodotto elegante e poco ingombrante. Non è minuscolo ma la cassa di 42 mm permette anche a chi ha un polso piccolo d'indossarlo senza sfigurare.

La presenza di un solo pulsante riduce l'ergonomia, mantenendo tuttavia il design pulito. Questa scelta lo rende più idoneo a chi cerca prima di tutto un secondo schermo per lo smartphone, considerando anche la mancanza di un altoparlante.

L'assenza invece del GPS e del lettore di battito cardiaco è perfettamente giustificata dal design, considerando che non è un prodotto pensato per allenarsi. Piuttosto rimane uno smartwatch per chi vuole prima di tutto un accessorio alla moda, ma non vuole fare a meno dell'intelligenza donata da Wear OS.

Anche il prezzo, di 299 euro, è più il risultato dei materiali, qualità costruttiva e marchio, piuttosto che del concentrato tecnologico.


Tom's Consiglia

Smartwatch dal design classico e dal costo contenuto per funzioni fitness? Il Nokia Steel è semplice e intuitivo per tutti.