Cuffie, auricolari e accessori

Recensione Razer Hammerhead TW


Razer Hammerhead TW
Tipologia
In Ear
Wireless
True Wireless
Autonomia
3 ore e mezza
Eliminazione rumore
Si

Razer entra nel mercato delle cuffie True Wireless con il modello Hammerhead TW, un paio di auricolari dal design classico, simile a quello degli AirPods, comandi touch e una funzione “Ultra Low Latency”, pensata appositamente per i videogiochi.

Come sono fatte

La prima sensazione non ci ha colpito. Una piccola custodia in plastica, leggera, custodisce i due auricolari, tenuti in sede da piccoli magneti che sono anche i connettori per la ricarica della batteria. La cerniera del coperchio non trasmette grande solidità, l’assemblaggio è solo discreto, e anche gli auricolari stessi non sono fermi e saldi nella loro posizione, ma si muovono leggermente mentre maneggiate la custodia.

Sul retro della custodia una porta USB-C permette di ricaricare la batteria; un led frontale    mostra lo stato di carica e un’asola laterale permette di collegarli a un piccolo laccio. Il coperchio della custodia si chiude magneticamente.

Gli auricolari sono anch’essi in plastica, della stessa qualità della custodia. Si vedono chiaramente le linee di saldatura tra i vari elementi della plastica. Sono leggeri, con una forma simile agli AirPods e un’estremità un po’ più pronunciata.

Possono essere confrontati ai molti altri auricolari True Wireless delle più disparate marche asiatiche presenti su Amazon. Ci aspettavamo di più.

Esperienza d’uso

Nella confezione, assieme ad auricolari e custodia, ci sono due coperture in gomma che aumentano leggermente la presa nell’orecchio, e anche lo spessore generale, seppure di pochissimo. Non le abbiamo trovate particolarmente utili, prima di tutto perché nel nostro orecchio gli auricolari calzavano nella stessa identica maniera, e senza copertura è possibile pulire più facilmente gli auricolari.

Non sono modelli in-ear, questo significa che l’inserimento all’interno dell’orecchio è veloce, sono poco invasivi e comodi. Ma l’isolamento passivo con l’ambiente è prossimo allo zero. La forma, come detto leggermente più pronunciata rispetto a quella degli AirPods, tiene gli Hammerhead ben saldi nelle orecchie, anche durante una corsa. Sono certificati per resistere a qualche goccia di pioggia o sudore, quindi potrete usarli anche durante un allenamento.

Quando li toglierete dalla custodia si connetteranno subito allo smartphone, ma ci è capitato che qualche volta ciò non accadesse. In quel caso è bastato cliccare sul nome nel menù bluetooth dello smartphone.

Abbiamo cercato di verificare la caratteristica di “latenza ultra-bassa pari a solo 60 ms” pubblicizzata da Razer, senza riuscirci. Cioè abbiamo guardato film e utilizzato differenti giochi su smartphone. E fatto lo stesso con altri auricolari, dagli AirPods ad alcuni modelli Sony, Jabra o anche Anker. Non abbiamo notato particolari differenze realmente “udibili”. Probabilmente rispetto altri modelli molto economici potreste notare qualche differenza. Possiamo quindi dire che la velocità di connessione di questi Hammerhead True Wireless è la stessa di altri modelli di alta qualità, una constatazione che in sé può essere considerata un pregio.

I controlli touch sono solo discreti. La superficie posteriore di ogni auricolare è sensibile al tocco, ma non è un tasto fisico. Non dovrete picchiettare sull’auricolare, come con gli AirPods, ma tenere il dito poggiato sull’auricolare. Non sempre funziona, e soprattutto l’input non è immediato.

Qualità audio

Le Razer Hammerhead hanno un suono caldo e corposo, con bassi potenti, ma mai vibranti (il design aperto non aiuta in questo caso). La potenza in uscita (volume) è superiore rispetto a molte altre cuffie, ma non ci sono distorsioni. Manca però precisione, l’estensione nella parte alta dello spettro è limitata e fanno fatica a gestire tracce complesse. Insomma, la differenza rispetto i modelli di fascia più alta si sente tutta.

Se l’obiettivo è l’uso con i videogiochi, vanno benissimo, la potenza e lo sbilanciamento nella parte bassa dello spettro non è un problema. Se volete usarle per ascoltare solo musica, la resa è solo discreta.

La qualità del microfono è invece nella media. Usandoli con chiamate telefoniche, abbiamo chiesto ai nostri interlocutori un’opinione, e la risposta più gettonata alla domanda “come mi senti” è stata “normale”.

Autonomia

Con una singola carica otterrete circa 3 ore e mezza di autonomia, e potrete ricaricarle tre volte, per un totale di circa 12 / 13 ore di autonomia totale. Sono valori sotto alla media.

Verdetto

Se cercate un paio di cuffie True Wireless, siete giocatori e magari anche affezionati al brand Razer, le Hammerhead True Wireless sono un paio di cuffie che offrono una buona resa acustica con i giochi, un’autonomia discreta, e un prezzo che si posiziona tra i modelli economici e quelli di fascia alta. A 199.99 euro non sono economiche, ma nemmeno costosissime, considerando ad esempio il prezzo di 179 euro delle Freebuds 3 di Huawei o delle AirPods di Apple.

Non sono tuttavia il modello che consiglieremmo se il vostro scopo primario è ascoltare ore di buona musica, sia per la qualità non eccelsa dell’audio, sia per l’autonomia sotto alla media. Anche la qualità costruttiva e dei materiali è solo discreta.

Per migliorare il rapporto tra qualità, prezzo e prestazioni, dovrebbero costare non più di un centinaio di euro.

Razer Hammerhead TW

Razer entra nel mercato delle cuffie True Wireless con il modello Hammerhead TW, un paio di auricolari dal design classico, simile a quello degli AirPods.


Verdetto

Le Razer Hammerhead True Wireless sono un paio di auricolari qualitativamente discreti per quanto riguarda costruzione, qualità audio e autonomia. La riproduzione audio è ricca di bassi e ideale per i videogiochi, meno per la musica. Il prezzo di 119 euro è un po’ sopra al desiderabile.

Pro

- Comode e veloci da indossare;
- Qualità idonea per i videogiochi;
- Suono corposo e ricco di bassi.

Contro

- Autonomia sotto alla media;
- Qualità costruttiva migliorabile;
- Qualità audio (con musica) solo discreta.