Tom's Hardware Italia
Android

Prestazioni e fotografia

Pagina 2: Prestazioni e fotografia
Uno smartphone da 5,5 pollici che affronta una concorrenza molto dura, ma se il prezzo dovesse abbassarsi anche solo di poco potrebbe diventare una proposta davvero molto interessante.

Prestazioni

All'interno troviamo una piattaforma hardware di fascia media, basata sul processore Mediatek MT6735, abbastanza comune in questa fascia di prezzo. È impostato a 1 GHz e abbinato a 2 GB di RAM, per prestazioni che risultano quasi sempre adeguate. Android 5.0.1 risulta sempre fluido e reattivo, con qualche comprensibile tentennamento quando si stanno facendo attività impegnative, come il download e l'installazione di molte app e aggiornamenti allo stesso tempo. Le prestazioni in ogni caso sono in linea con la fascia di prezzo. Non è adatto a videogiochi troppo impegnativi, ma per titoli più casual se la cava più che bene. Per gli amanti dei numeri, il risultato su AnTuTu fa segnare 23.724 punti.

Screenshot 2016 03 23 09 45 17
Screenshot 2016 03 23 09 30 46
Screenshot 2015 01 01 00 01 35

All'interno troviamo una batteria da 3.000 mAh, né grande né piccola al giorno d'oggi, e che garantisce un'intera giornata d'uso senza particolari problemi. Con due account mail sincronizzati, Facebook, Twitter, un po' di gaming, navigazione web e streaming musicale, si arriva tranquillamente a tarda sera con quasi il 20% di autonomia residua.

Fotografia

È molto valida la videocamera da 13 Megapixel, con lunghezza focale equivalente di 28 mm e apertura F/2.0. Si riescono a ottenere scatti piuttosto buoni in piena luce, e fin qui ce lo si può aspettare, ma anche con un'illuminazione meno che ottimale i risultati sono discreti. C'è sempre un po' di rumore, anche con piena illuminazione, ma per vedere le foto sullo schermo del telefono o per stampe di piccole dimensioni vanno bene. La fotocamera non riesce a conservare i dettagli più piccoli o lontani.

Questa fotocamera va in crisi quando la luce è davvero poca, quasi al buio, ma per trovare un buon risultato in tali condizioni bisogna guardare a un top di gamma come il Galaxy S7, che ovviamente ha un prezzo sensibilmente più alto.

L'applicazione Fotocamera è facilissima da usare in modalità automatica, e si può definire a prova di principiante. Ci sono tuttavia alcune interessanti funzioni aggiuntive, come l'inseguimento dell'oggetto (utile per fotografare bambini o eventi sportivi), modalità scena e poco altro. Non c'è una vera modalità manuale, ma è possibile regolare la sensibilità ISO. La funzione HDR rende l'operazione di scatto piuttosto lenta (fino a 3 secondi di attesa) ma se si ha la mano ferma si ottengono risultati più che discreti.

Il software è sostanzialmente Android stock, ma la personalizzazione va a toccare elementi di design basilari e questo crea un effetto alienante. Per esempio è diversa l'icona di Google Play, e in generale sembra che in casa Wander non siano ancora arrivate le linee guida del Material Design; questo fa sì che l'interfaccia risulti un po' fuori moda, ma è funzionale. Il cambiamento è estetico, e sarà quindi una questione di gusti personali.

Sono preinstallati un browser e un client di posta elettronica, la versione PRO di Bagan Keyboard (che non ho trovato particolarmente entusiasmante), un calendario, qualche utility generica; nulla di particolarmente fastidioso o invasivo, ma come sempre queste app non si possono disinstallare; dovremo accontentarci di dimenticarcele nel browser.