Android

Software, fotocamera e conclusioni

Pagina 2: Software, fotocamera e conclusioni

Wiko View2 Pro arriva sul mercato con a bordo Android 8.0 Oreo. Rispetto al passato, l'azienda ha operato un importante lavoro sulla propria interfaccia grafica, rendendola davvero molto simile all'esperienza stock del sistema operativo Google. Le personalizzazioni dell'azienda riguardano alcune app di sistema e specifiche funzionalità legate al notch o allo sblocco del dispositivo.

Screenshot 20180614 113216
Screenshot 20180614 113221
Screenshot 20180614 113234

C'è infatti il riconoscimento del volto, che si attiva anche senza premere alcun pulsante fisico. Funziona bene in diurna, meno in notturna, come del resto accade spesso negli smartphone che non possono contare su un hardware specifico per gestirlo, come invece avviene con il Face ID di iPhone X. In ogni caso, il sensore biometrico posizionato sul retro funziona bene e riconosce sempre l'impronta digitale, anche se in alcuni casi non è velocissimo.

Leggi anche: Android P, ecco la naturale evoluzione di Oreo

Il notch purtroppo non viene ancora riconosciuto da tante applicazioni di terze parti. Capita quindi di avere porzioni della schermata nascoste dietro la tacca, come ad esempio nelle Instagram Stories. Wiko ha però pensato a un modo intelligente per sfruttare quella parte di display durante le telefonate e la riproduzione di contenuti multimediali, che rimangono appunto fissi in alto con la possibilità di essere controllati con pulsanti rapidi.

Screenshot 20180614 113341
Screenshot 20180614 113241
Screenshot 20180614 113311

In generale, il software appare sempre fluido, in grado di non appesantire troppo la piattaforma hardware. Con l'avvento di Android P (è presumibile che il Wiko View2 Pro lo riceva), il notch potrà essere sfruttato adeguatamente anche dalle applicazioni di terze parti, offrendo una coerenza grafica che attualmente è difficile vedere nel mondo del robottino verde.

Fotocamera

Sulla parte posteriore è posizionata una dual-camera, con sensore principale da 16 MP e obiettivo f/1.75 accoppiato a un secondo sensore da 8 MP con ottica grandangolare. In ambito fotografico, emerge la fascia d'appartenenza del Wiko View 2 Pro. In diurna gli scatti sono convincenti, con l'HDR automatico che funziona molto bene e il sensore secondario che torna utile in tante circostanze.

DSC00925 copia

In notturna però subentra parecchio rumore digitale e si perde in dettaglio, e allo stesso modo i video non convincono con poca luce. La fotocamera frontale da 13 MP è coadiuvata da un software che, pur offrendo tante funzionalità, spesso interviene in maniera poco efficace. In tal senso, l'esempio lampante è l'effetto bokeh simulato.

Leggi anche: Essential Phone, addio al notch nella prossima generazione?

In ogni caso, la velocità di scatto e messa a fuoco è buona, non manca la possibilità di registrare video in slow-motion e time-lapse, senza dimenticare funzionalità come la modalità panorama e la bellezza volto, attivabile anche sulla dual-camera posteriore. 

IMG 20180612 195303477
IMG 20180612 194855800
IMG 20180612 194938386
IMG 20180612 194929776
IMG 20180611 015707514
IMG 20180611 014824536
IMG 20180611 014741954
IMG 20180611 014806582
IMG 20180612 195021304
IMG 20180611 015646059

Conclusioni

299 euro per il Wiko View2 Pro possono sembrare tanti guardando solo ed esclusivamente alla scheda tecnica. Di contro però possono apparire adeguati in relazione all'esperienza utente offerta e all'impatto estetico. I limiti per questo dispositivo, da un punto di vista commerciale, possono essere rappresentati da due fattori: da una parte il fratello minore Wiko View2 (Snapdragon 435, 3 GB di RAM, fotocamera posteriore singola), posizionato a 199 euro e caratterizzato dal medesimo design; dall'altro quanto offerto dalla concorrenza in questo segmento.

64ebc843bf7e31d35b00b3a4699fed83
Wiko View2 Pro Gold

Il prezzo del Wiko View2 Pro è comunque già in discesa. Può essere acquistato su Amazon a poco meno di 260 euro (lo trovate a questo link), e potrebbe comunque essere oggetto delle solite offerte nelle catene fisiche di elettronica. Nel caso foste alla ricerca di uno smartphone con un design ricercato e in grado di offrire un'esperienza convincente nelle operazioni quotidiane, questo dispositivo potrebbe fare al caso vostro, a patto di acquistarlo a cifre adeguate (che, secondo me, si attestano attorno ai 200 euro).


Tom's Consiglia

Wiko View2, fratello minore del View2 Pro ed equipaggiato con il SoC Snapdragon 435 abbinato a 3 GB di RAM, è disponibile all'acquisto su Amazon a poco più di 170 euro. Lo trovate a questo link.