Android

ReThink, addio cyberbullismo grazie al software inventato da una tredicenne

Il cyberbullismo è un problema assai grave e di anno in anno, col continuo diffondersi di Internet, diventa un problema sempre più presente.

Bullismo e cyberbullismo non hanno molte differenze, la sostanza è sempre la stessa: un individuo che ne tormenta un altro portandolo spesso al compimento di atti estremi come quello del suicidio. Le storie di questo genere purtroppo aumentano di anno in anno e alcuni popolari social network come Facebook e Twitter sono stati protagonisti in numerose vicende di questo genere.

ReThink il software anti cyber-bullismo

Trisha Prabhu una ragazza di appena 13 anni, colpita dalla storia del suicidio di una ragazza più piccola, ha spremuto le meningi in cerca di qualcosa che potesse mettere fine al cyberbullismo.
ReThink, è questo il nome del software inventato da Trisha insieme ad una squadra di sviluppatori. Purtroppo non è la soluzione definitiva al cyberbullismo, ma stando ai primi risultati, è un ottimo freno alla violenza psicologica dei cyber-bulli.

ReThink non blocca e non filtra, si tratta di uno strumento che è tanto efficace quanto semplice. Quando il presunto cyber-bullo è in procinto di inviare un contenuto che potrebbe ledere la sensibilità di qualcuno, il software fa comparire un bel pop-up chiamato "ReThink Alert", questo altro non fa che consigliare all'utente di ripensarci.

Molto spesso, sono le cose semplici a funzionare davvero, infatti un test ha rivelato che grazie a ReThink, la volontà di inviare messaggi dannosi è calata al 4%, un bel risultato rispetto al 71% registrato in assenza del software.

ReThink al momento è disponibile al download gratuito sia su Android che su iOS.

 

iPhone 6 64GB Grigio iPhone 6 64GB Grigio
iPhone 6 16GB Argento iPhone 6 16GB Argento
 iPad Mini 16Gb iPad Mini 16Gb