Tom's Hardware Italia Tom's Hardware
Android

Ricarica wireless a 90 cm grazie a WattUP

Un sistema di ricarica wireless a distanza, con la possibilità dunque di caricare i dispositivi senza che ci sia contatto fisico con la base. Questo è WattUP, un apparato messo a punto dalla startup Energous e che ha ricevuto l'importante certificazione dalla FCC (Federal Communications Commission), l'agenzia governativa degli Stati Uniti competente in materia di utilizzo e regolamentazione dello spettro radio.

Il funzionamento di WattUP è basato su un trasmettitore in grado di convertire l'elettricità in radiofrequenze. I dispositivi dovranno essere equipaggiati con l'apposito ricevitore, e potranno essere ricaricati fino ad una distanza di 90 centrimetri dalla basetta (che comunque sarà in grado di ricaricarli anche in presenza di contatto fisico).

L'altro punto di forza del sistema messo a punto da Energous è senza dubbio la capacità di ricaricare più dispositivi contemporaneamente, senza dimenticare la possibilità di funzionamento a prescindere dall'azienda produttrice del trasmettitore. L'obiettivo della startup è quello dunque di poter far diventare WattUP un vero e proprio standard.

Leggi anche: Che cos'è la ricarica wireless per smartphone

Probabilmente è stato proprio quest'ultimo aspetto a convincere la FCC a rilasciare la certificazione. Si tratta infatti della prima volta che la Federal Communications Commission approva un sistema di ricarica wireless a distanza, e questo fa comprendere le potenzialità di WattUP.

WattUP ricarica wireless a distanza

La diffusione della ricarica wireless, almeno in ambito smartphone, non è mai decollata. Attualmente lo standard più diffuso è il Qi, che comunque richiede contatto con la basetta. L'entrata in scena di Apple, che ha integrato lo standard in questione in iPhone X, 8 e 8 Plus, potrebbe comunque favorirne la diffusione.

Leggi anche: Ricarica wireless dell'iPhone sulle auto di 14 marchi

In ogni caso, in merito a WattUP, potremo apprendere nuovi dettagli durante il CES di Las Vegas 2018, quando Energous mostrerà il funzionamento del sistema. La possibilità di ricaricare a distanza diverse tipologie di dispositivi (smartphone, wearable, gamepad, mouse, action cam ecc…), in vista soprattutto dell'esplosione del fenomeno dell'Internet of Things, potrebbe rappresentare la vera chiave di volta per la diffusione dello standard. Staremo a vedere.


Tom's Consiglia

Se siete in possesso di uno smartphone compatibile con la ricarica wireless Qi, potreste acquistare il caricabatterie apposito realizzato dalla Choetech, venduto da Amazon ad appena 14 euro.