Android

Ruba 8500 smartphone a Samsung, dipendente in manette

Quando lavori per un'azienda che produce alcuni tra gli smartphone più fighi al mondo probabilmente la tentazione di mettertene uno in tasca è forte. Lo è ancora di più se sei un incallito giocatore d'azzardo e sei sommerso dai debiti.

samsung

È questo il prologo della triste storia che vede coinvolta Samsung, un suo dipendente e un furto che si è protratto per ben due anni, da dicembre 2014 a novembre 2016, e che ha portato alla sparizione dagli uffici Samsung di Suwon di ben 8.474 smartphone.

A darne notizia il sito locale Theinvestor, che racconta come un dipendente in sedia a rotelle di Samsung Electronics abbia sottratto e rivenduto migliaia di smartphone a un rivenditore di prodotti di seconda mano, raccogliendo 800 milioni di won, circa 640mila euro.

not for sale batteria
Le batterie degli smartphone rubati con la chiara indicazione "not for sale"

Il fatto che fosse disabile, solitamente un particolare irrilevante, stavolta è importante. Lee, entrato nelle fila del colosso sudcoreano nel 2010, ha lavorato per anni alla manutenzione di vecchi telefoni usati dagli sviluppatori per preparare aggiornamenti o nuove funzioni.

Mentre tutti i dipendenti di Samsung sono tenuti a passare un body scanner prima di lasciare l'ufficio, Lee era esentato da questa pratica a causa della sua condizione. In questo modo riusciva a portare fuori dall'ufficio una media di più di una decina di smartphone al giorno (contando anche ferie e weekend).

Purtroppo per lui, Samsung si è accorta che sul mercato vietnamita c'erano smartphone indicati come "not for sale", non destinati alla vendita, e con le autorità è riuscita a risalire alla "mano lunga", che è stata arrestata.

Secondo la polizia Lee ha usato i soldi ricavati dall'attività illecita per pagare i suoi debiti al gioco d'azzardo, pari a 900 milioni di won, circa 720mila euro.


Tom's Consiglia

Non saranno gratis ma ci sono ottimi smartphone Samsung a buon prezzo su Amazon, fai l'affare!