Android

Samsung: male i chip di memoria, profitti in calo del 56%

Si aggiunge anche Samsung alla lista delle società che hanno appena pubblicato i risultati finanziari del trimestre che va da luglio al 30 settembre. Mentre Apple ha di che sorridere, il produttore sudcoreano ha registrato un reddito operativo di 7,78 trilioni di won (6,71 miliardi di dollari) in calo del 55,7% rispetto allo stesso periodo dello scorso anno. La causa principale è il la scarsa domanda dei chip di memoria che ha portato il colosso di Seul a chiudere il trimestre con un fatturato di 62 trilioni di won (53 miliardi) con un -5,3%.

I profitti del terzo trimestre del 2019 sono diminuiti drasticamente rispetto al 2018, ma sono migliorati rispetto al trimestre precedente. Il merito va principalmente alle ottime vendite degli smartphone, in particolar modo della famiglia Galaxy Note 10 e della seria Galaxy A, e a un maggiore utilizzo degli schermi OLED. Come già detto, a fare da contraltare, c’è il mercato dei chip di memoria che non sembra arrestare la propria discesa. I guadagni dal business della memoria sono crollati in modo significativo di anno in anno poiché i prezzi dei chip di memoria hanno continuato la loro tendenza al ribasso.

Credit - Samsung

Gli analisti comunque restano positivi sostenendo che già a partire dal 2020 potrebbe registrarsi un aumento della domanda di chip di memoria che permetterà al colosso sudcoreano di ritornare ai risultati di vendita degli anni 2017 e 2018. A questo si aggiungerebbe la diffusione degli smartphone 5G, un campo dove – secondo gli analisti – Samsung dominerà grazie alla capacità di commercializzare dispositivi 5G fuori dalla Cina.

Samsung stessa è positiva anche se resta cauta a causa “delle incertezze in corso su questioni macroeconomiche”. Il riferimento è chiaramente alla situazione che vede contrapposte le due potenze economiche, Stati Uniti e Cina.

Molto bene il business dei display che ha registrato un profitto operativo di 1,17 trilioni di won nel Q3 2019 grazie alle forti venditi di pannelli OLED di piccole e medie dimensioni che hanno controbilanciato, invece, le scarse prestazioni degli schermi di grandi dimensioni. Tuttavia, per il prossimo trimestre, Samsung prevede una debole redditività per questo segmento.

Buone notizie anche per il settore della telefonia mobile che ha chiuso il trimestre con un profitto operativo in aumento del 32% con 2,92 trilioni di won. Anche in questo caso, il produttore di Seul afferma che per il Q4 2019 i profitti diminuiranno a causa del rallentamento delle vendite rispetto al periodo di lancio dei dispositivi e a causa dell’aumento dei costi di marketing dei prossimi mesi.

Infine, i televisori. “Gli utili qui sono diminuiti leggermente su base annua a causa della maggiore concorrenza sui prezzi, ma le forti vendite di televisori premium come QLED e modelli di ampie dimensioni hanno aiutato la divisione a mantenere la crescita dei ricavi rispetto a un anno fa”.

Samsung Galaxy S10 Plus è disponibile all’acquisto su Amazon  tramite questo link.