Android

Samsung Project Lucky/Galaxy S7, emergono le prime specifiche

Appena ieri vi abbiamo riportato la notizia del primo passaggio su Geekbench di un misterioso smartphone chiamato Lucky-LTE e di un altrettanto sconosciuto SoC Samsung Exynos 8890, che ecco giungere oggi diverse informazioni esclusive, raccolte dai colleghi di SamMobile, che chiariscono molte cose.

Anzitutto, come sospettato, lo smartphone sembra davvero essere un prototipo del prossimo top gamma Samsung Galaxy S7, che internamente sarebbe noto proprio col nome in codice Project Lucky (che la dice lunga sulle speranze di rilancio che il colosso coreano nutre per questo modello).

AnTuTu

La caratteristica principale di questo prototipo di cui si sa ancora pochissimo, riguarda inoltre proprio il SoC: ieri su Geekbench era stato riportato un Exynos 8890 che, nonostante il clock rate limitato ad appena 1.3 GHz (le fonti sostengono che la frequenza operativa finale dovrebbe invece essere pari a 2.3 GHz), aveva fatto segnare già punteggi superiori a quelli dell'attuale 7420.

Oggi è circolato in Rete lo screenshot di un nuovo benchmark, questa volta AnTuTu, ma la sorpresa è che a bordo del Galaxy S7 questa volta c'era uno Snapdragon 820.

id460384

A prescindere dai dubbi sollevati dai punteggi, inferiori sia a quelli ottenuti dall'Exynos 7420 che dallo stesso Snapdragon 820, il mistero del doppio SoC è stato svelato proprio dai colleghi che, facendo riferimento alle proprie solite fonti anonime ma affidabili, hanno affermato che Samsung avrebbe intenzione di tornare all'antico, reintroducendo l'alternanza tra SoC Exynos e Qualcomm a seconda del mercato di riferimento, come accadeva qualche anno fa.

Per il resto, la schermata di AnTuTu ci parla di un dispositivo con schermo da 5.7 pollici QHD, 4 GB di RAM e 64 GB di memoria interna, fotocamera principale da 16 Mpixel e frontale da 5 Mpixel, dettagli che non combaciano con quanto riportato in precedenza, anche se è facile immaginare che, trattandosi di un prototipo iniziale, le specifiche siano largamente incomplete e soggette a cambiamento.

In ogni caso il modello finale dovrebbe avere un display da 5.8 pollici, probabilmente 4k e non 2k e una fotocamera posteriore da 20 Mpixel, basata su un nuovo sensore ISOCell in fase di test.

Samsung infine potrebbe aver trovato la soluzione per riuscire a far convivere nello stesso smartphone due tecnologie incompatibili come la UFS 2.0 dei chip di memoria interna e il lettore microSD, facendo così felici gli utenti attuali, delusi dall'impossibilità di espansione dello spazio di storage negli attuali Galaxy S6 ed S6 Edge.