Apple

Sky Share fa streaming video su iPhone e Android

Si chiama Sky Share H10 la novità Silicon Power presentata al Computex di quest’anno. Essenzialmente è un drive esterno con Wi-Fi e batteria, per lo streaming dei contenuti verso smartphone e PC, anche in mobilità.

Tramite la connessione USB 3.0 vi si potranno trasferire dal PC film, musica, documenti e altro. A cose fatte vi si potrà accedere tramite la rete Wi-Fi e applicazioni dedicate iOS e Android, oppure via browser da altri tipi di dispositivi, grazie all'interfaccia web.

 

Silicon Power Sky Share, versione con hard disk

Il sistema accetta fino a otto dispositivi collegati simultaneamente, e fino a due flussi di dati contemporanei: per esempio, potrete anche accedere a dei documenti. Non è inoltre necessario che il disco sia sempre collegato al PC per l'alimentazione: ha infatti una batteria da 2600 mAh che, secondo Silicon Power, offre un’autonomia di cinque ore in streaming video (su singolo dispositivo) – quindi dovrebbe essere maggiore con carichi meno impegnativi.

Il Silicon Power SkyShare è relativamente compatto (134,2 x 78,6 x 23,5 mm) e leggero (255 grammi). È compatibile con lo standard Wi-Fi n e la cifratura dati WPA+WPA2. Sarà disponibile in due versioni, da 500 GB e 1 TB.

Esiste anche il modello F10, che invece di un hard disk ha un SSD (32 e 64 GB), una scelta che potrebbe essere consigliabile perché permette di muovere il drive anche quando è acceso senza pericolo di fare danni. Con un hard disk invece c'è sempre il rischio che la testina si muova troppo compromettendo i dati. Oltre alla sicurezza sarà maggiore anche il prezzo, ovviamente.

Questo dispositivo non è certo unico nel suo genere, perché esistono già altri modi di vedere in streaming i contenuti di un NAS su un iPhone o uno smartphone Android. Il Silicon Valley Sky Share offre tuttavia due vantaggi determinanti: è molto facile da usare, e la batteria lo rende un prodotto davvero portatile.

A questo punto tutto dipende dal prezzo di vendita, che al momento non è noto.