Tom's Hardware Italia
Android

Smartphone e sicurezza: la prossima frontiera sarà la biometria comportamentale?

La biometria comportamentale per smartphone prende in considerazione il modo in cui una persona utilizza lo smartphone sulla base dei dati provenienti dai vari sensori presenti sui dispositivi.

Tecnologia, sicurezza e privacy sono concetti che dovrebbero andare di pari passo. Negli anni, siamo passati da sistemi di sicurezza quali codici PIN e password alla scansione delle impronte digitali e a sistemi di riconoscimento facciale. La prossima frontiera potrebbe essere la biometria comportamentale: il comportamento del singolo è più difficile da falsificare rispetto, per esempio, ai lineamenti del viso.

A portare avanti lo sviluppo di questa nuova tecnologia è la compagnia UnifyID. I parametri utilizzati dalla biometria comportamentale prendono in considerazione il modo in cui una persona utilizza lo smartphone sulla base dei dati provenienti dai vari sensori presenti sui dispositivi, come l’accelerometro. Questa nuova forma di sicurezza può rilevare se – per esempio – il modo di battitura è inusuale identificando così un potenziale tentativo di violazione.

Analizza dunque quella che può essere definita come “impronta digitale univoca” misurando addirittura l’andatura di una persona, il numero di passi che di solito fa in un minuto e tanti altri dettagli. UnifyID ha analizzato l’andatura di circa 50.000 tipi diversi di dispositivi per mettere a punto la sua tecnologia. La quantità di informazioni che i nostri smartphone raccolgono è impressionante e rappresentano un’arma a doppio taglio.

Da un lato, possono essere sfruttate per rafforzare la sicurezza. Dall’altro, invece, possono cadere in mani sbagliate ed essere utilizzate a fini di spionaggio violando così la privacy. Tuttavia, UnifyID non è nuova a questi sistemi. La società offre già sistemi di biometria comportamentale dal 2017 a banche o rivenditori online che utilizzano un software in grado di identificare il modello di dispositivo utilizzato dall’utente, il suo sistema operativo, le applicazioni scaricate o le reti Wi-Fi alle quali si collega. Insomma, la tecnologia per smartphone non è ancora pronta ma potrebbe arrivare molto presto aprendo le nuove frontiere sulla sicurezza digitale.

Il Galaxy S10+ è disponibile in offerta su Amazon. Lo trovate a questo link.