Tom's Hardware Italia
Windows

Smartphone Microsoft Windows Phone 8 già in fase di test

Il Wall Street Journal dice che Microsoft ha intenzione di replicare nel mondo degli smartphone quanto sta facendo con i tablet Surface. In arrivo vi sarebbe perciò uno smartphone Windows Phone 8 fatto in casa.

Microsoft sta lavorando a un proprio smartphone. La notizia circola da diverso tempo sull'onda dello sviluppo e del debutto – almeno per quanto riguarda la versione RT – dei tablet Surface. Stavolta a parlarne è l'autorevole Wall Street Journal, e questo dà ulteriore spessore all'informazione.

La casa di Redmond attualmente starebbe lavorando con i produttori asiatici e vi sarebbe già un primo design del prodotto in fase di test. Non è ancora certo che l'attuale versione sarà prodotta in volumi, ma le fonti del Wall Street Journal dicono che lo schermo ha una dimensione tra i quattro e i cinque pollici, quindi rientra negli standard del mercato degli smartphone di fascia alta.

Abbiamo infatti l'iPhone 5 con schermo da 4 pollici, il Galaxy S III che tocca i 4,8 pollici e la schiera di terminali Windows Phone 8 presentati da HTC, Samsung e Nokia che si collocano proprio all'interno di questi due estremi. Anche il freschissimo Google Nexus 4 ha un display da 4,7 pollici.

Il Wall Street Journal non ha svelato altri dettagli, ma se l'informazione è vera come è lecito pensare, ci troviamo davanti a una Microsoft che sta mutando rapidamente la propria natura. L'azienda storicamente ha sempre sviluppato software, lasciando ai partner lo sviluppo dell'hardware. L'unica eccezione è l'ambito gaming, un settore che però ha dinamiche completamente differenti.

L'arrivo dei tablet Surface ha cambiato le carte in tavola e posto Microsoft su un livello più simile alla concorrenza. Apple produce i propri prodotti e ne realizza il software, senza però concederlo in licenza a nessun altro; Google ha la propria gamma Nexus, ma Android è disponibile anche su prodotti di altre aziende.

###old1881###old

Steve Ballmer e compagni hanno quindi visto nel "modello Google" un'ottima strada da seguire per stimolare l'ecosistema Windows e fissare un obiettivo di qualità a cui i partner devono guardare. Il problema è che veniamo da 30 anni in cui Microsoft non ha mai invaso il territorio dei produttori di hardware e perciò qualcuno ha reagito male.

Acer ad esempio è infastidita – e non poco – dalla decisione della casa di Redmond e nei mesi precedenti sono volate parole grosse (Surface sarà un fallimento secondo Acer, in più manca il 3GAcer minaccia Microsoft: ci pensi due volte a farsi Surface). Va detto tuttavia che altri produttori non hanno reagito in questo modo, e viene da pensare che forse Acer si trovi in un momento di debolezza, in cui non si sente sicura della propria gamma di prodotti e perciò non vede di buon occhio l'arrivo di un nuovo concorrente.

###old1893###old

C'è chi come Stephen Elop, amministratore delegato di Nokia, pensa che uno smartphone progettato da Microsoft sarebbe stimolante per tutte le aziende del panorama Windows Phone. Una posizione condivisibile, ma ricordiamo che Microsoft ogni trimestre stacca a Nokia un assegno da 250 milioni di dollari, quindi difficilmente Elop prenderà una posizione come quella di Acer, almeno fino a quando l'azienda che guida non tornerà economicamente in salute.

Non resta quindi che attendere. C'è chi parla di un probabile arrivo del "Surface Phone" entro l'estate 2013, mentre altri pensano che Microsoft stia solo lavorando a un piano B, cioè a un prodotto da mettere in campo solo se le vendite dei Windows Phone 8 di Nokia, HTC e Samsung non saranno soddisfacenti.