Tom's Hardware Italia
Android

Snapdragon 800 è potentissimo: presto sui Nokia Lumia?

Il Qualcomm Snapdragon 800 è stato provato da alcune testate statunitensi. Ecco i risultati.

Qualcomm ha svelato le prestazioni di Snapdragon 800 (MSM8974), permettendo a diversi siti web di provare il system on chip sia su tablet che su smartphone. Annunciato diverso tempo fa, offre quattro core Krait 400 fino a una frequenza di 2.2-2.3 GHz, grafica Adreno 330 a 450 MHz e chiaramente non si fa mancare l'LTE integrato.

Il SoC è realizzato con processo produttivo HPM (High Performance for Mobile) a 28 nanometri, ha un IPC elevato e una cache L2 più veloce rispetto all'architettura Krait 300 che rappresenta il cuore del pur velocissimo Snapdragon 600. I colleghi di Anantech hanno eseguito una prova approfondita (ma non sono gli unici: qui ad esempio Engadget), di cui vi riassumiamo alcuni aspetti.

Sul fronte della CPU l'architettura Krait 400 sembra comportarsi molto bene rispetto a quella ARM Cortex-A15 e malgrado il sito web sottolinei di aver fatto test prevalentemente basati sui browser – e quindi influenzati dai software – si riscontrano quantomeno prestazioni alla pari se non migliori alle architettura attuali. Snapdragon 800 spicca nel test AndEBench (Java e Native).

3DMark per Android mostra una situazione davvero interessante: l'Adreno 330 è generalmente più veloce dell'Adreno 320. Anche il test GFXBench 2.7 (ex GLBenchmark) vede l'Adreno 330 comportarsi davvero bene, ma in alcuni test le soluzioni PowerVR integrate nei prodotti Apple come l'iPad 4. In Basemark X "Adreno 330 migliora le prestazioni di Adreno 320 del 95%".

Un aspetto interessante della recensione di Anantech riguarda il confronto con alcune piattaforme PC, e vi è da dire che la Adreno 330 non è poi così staccato dalle GPU integrate nelle APU AMD Kabini, per esempio. Insomma, sembrerebbero confermate le attese: Qualcomm Snapdragon 800 offrirà potenza da vendere, ma c'è un grande punto di domanda sui consumi, che purtroppo l'azienda non ha permesso di rilevare con test reali.

A ogni modo la frase usata dell'autore dell'articolo Brian Klug non lascia spazio a interpretazioni: "Snapdragon 800 is the new benchmark to beat", ovvero è il nuovo punto di riferimento da battere. E si vocifera che tra i tanti produttori al lavoro su smartphone e tablet Snapdragon 800 vi sia anche Nokia, impegnata a realizzare un nuovo Lumia Windows Phone.