Android

Sony, venduti solo 600 mila smartphone nel Q2 2019

Sony ha pubblicato i risultati finanziari relativi al secondo trimestre fiscale del 2019 conclusosi il 30 settembre. Disastrosi i risultati per la divisione smartphone. L’azienda nipponica ha spedito solamente 600 mila smartphone dall’inizio dell’anno fiscale (a partire dal 1° aprile 2019). Un risultato non proprio felice soprattutto se comparato a quello dei concorrenti come Huawei, Xiaomi e Samsung.

Questo ha portato il produttore giapponese a rivedere le proprie stime per l’anno fiscale 2019 che si concluderà il 30 marzo 2020. Dalle 5 milioni di unità preventivate a inizio anno (poi scese già a 4 milioni a causa delle performance negative del trimestre scorso), Sony ha rivisto le proprie stime chiudendo a 3,5 milioni di unità. Un traguardo probabilmente molto difficile da raggiungere alla luce dei dati del trimestre appena finito. È probabile che Sony riponga particolare fiducia nelle vendite di Xperia 5 e di tutta la serie Xperia per i prossimi mesi.

Nello specifico, il segmento in questione che comprende TV e smartphone ha registrato un calo delle vendite dell’11% su base annua arrestandosi a 493,5 miliardi di yen contro i 556 miliardi dello stesso periodo del 2018. Oltre alle vendite negative di smartphone, Sony incolpa anche l’impatto negativo dovuto ai tassi di cambio. Nel Q2 2019, invece, sono state vendute 2,5 milioni di TV. Anche in questo caso, le previsioni si sono ridotte di 500 mila unità rispetto alle 10 milioni preventivate a luglio.

Paradossalmente, proprio il settore in cui Sony registra risultati negativi è lo stesso che contribuisce all’aumento delle vendite dei sensori fotografici. Questi hanno registrato un +22% nel periodo di riferimento grazie alla forte domanda del settore smartphone. Tuttavia, i risultati finanziari complessivi non sono negativi. Sony ha concluso il trimestre con un reddito operativo e un utile netto in aumento rispettivamente del 16% e del 9%.

Sony Xperia 5 è disponibile all’acquisto a 799 euro su Amazon. Lo trovate a questo link.