Android

Spark, il tablet Linux da 7 pollici costa solo 200 euro

Si chiama Spark il tablet da 7 pollici con sistema operativo Linux che sarà presto in vendita al prezzo di 200 euro. Il prodotto, completamente open source, usa l’interfaccia KDE Plasma Active realizzata sulla base di KDE Plasma Workspaces per desktop – adattata per i touchscreen, con una tastiera virtuale e ottimizzazioni per ridurre al minimo l’uso di memoria.

Spark, il tablet da 7 pollici completamente open source

L’annuncio arriva da Aaron Seigo, lo sviluppatore KDE che ha lavorato al progetto e che ha spiegato nel suo blog che Spark è “un’occasione unica per il software libero“, perché si tratta di un prodotto interamente progettato dalla comunità open source e utilizzabile alle sue condizioni.

Il tablet in questione ha infatti hardware sbloccato per la gioia degli appassionati di hacking, il software preinstallato è totalmente open source e il negozio virtuale di applicazioni compatibili offre un mix di contenuti gratuiti come i libri digitali dal Progetto Gutenberg, nonché contenuti e applicazioni a pagamento.

La comunità sta inoltre predisponendo l’integrazione di tecnologie aggiuntive quali ownCloud per la condivisione dei contenuti, Kontact Touch e Kolab per i client mail, oltre agli add-on Qt/QML per il download. Il ricavato della vendita di Spark contribuirà a finanziare il proseguo dello sviluppo di KDE Plasma Active.

Le specifiche hardware di Spark non sono impressionanti, e sembra che il prodotto sarà accolto con maggiore entusiasmo dagli sviluppatori open source alla ricerca di un prodotto economico per il loro lavoro che agli utenti mainstream. Il produttore dovrebbe essere Zenithink, considerata la somiglianza estetica con il prodotto Android della stessa azienda. La configurazione include il SoC ARM AMLogic Cortex-A9 da 1 GHz con GPU Mali-400, 512 MB di memoria RAM e 4 GB di spazio di archiviazione, espandibile mediante scheda SD.

Lo schermo multiotuch è capacitivo e la connettività comprende WiFi, l’uscita video HDMI e due connettori mini-USB. Al momento non si conoscono i dettagli relativi alla modalità di ordinazione, alla disponibilità e agli altri aspetti della configurazione, ma Seigo ha assicurato che tutto sarà comunicato entro questa settimana.