Tom's Hardware Italia Tom's Hardware
Android

Super HDR, l’AI a servizio della fotografia negli smartphone

Vivo ha annunciato la nuova tecnologia Super HDR. Attraverso questa novità, l'azienda cinese promette un salto di qualità per gli smartphone in ambito fotografico. Tutto ruota attorno all'intelligenza artificiale, la cui implementazione sta ormai prendendo piede nel settore dei dispositivi mobili. I primi risultati sembrano notevoli, anche se tutto andrà ovviamente testato sul campo.

Innanzitutto, occorre ricordare come il brand Vivo appartenga al colosso cinese BBK Electronics, che al suo interno ingloba anche Oppo e OnePlus. Stiamo dunque parlando di una realtà aziendale con importanti mezzi economici, che sta vivendo da protagonista questi primi mesi del 2018 grazie ad alcune innovazioni introdotte sul mercato come, ad esempio, il primo smartphone con sensore di impronte digitali posizionato sotto lo schermo (X20 Plus UD).

vivo super hdr 1
Clicca per ingrandire

Per sviluppare la tecnologia Super HDR, Vivo è essenzialmente partita dalla genesi delle immagini in HDR. Queste ultime, normalmente, vengono create attraverso l'elaborazione di più fotografie dello stesso soggetto, scattate con differenti valori di esposizione.

Leggi anche: Smartphone e impronte digitali, il futuro è sotto i display?

Solitamente si parla di 3 scatti, di cui uno con la corretta esposizione, uno sovraesposto e l'altro sottoesposto. La tecnologia Super HDR di Vivo invece elabora le immagini grazie alla cattura di un massimo di 12 frame della medesima inquadratura, raggiungendo un intervallo dinamico di 14 EV. Ed è proprio a questo punto che interviene l'intelligenza artificiale.

vivo super hdr 2
vivo super hdr 4
vivo super hdr 3

Il sistema di AI infatti analizza la scena, sceglie i valori di esposizione con cui scattare e infine seleziona i frame da unire, tutto in maniera automatica.  Il Super HDR dunque non solo fa compiere agli smartphone un salto di qualità in ambito fotografico, ma semplifica anche la vita agli utenti nell'utilizzo quotidiano delle fotocamere dei dispositivi mobili.

Vivo ha diffuso alcune immagini demo, in cui è possibile vedere l'azione di questo Super HDR. La resa sembra essere davvero di alto livello, soprattutto per quanto riguarda la gestione del controsole. Come detto in apertura però, tutto andrà testato sul campo per verificarne i risultati nell'utilizzo quotidiano.

Vivo apex super hdr 0

"Vivo continua a spingere sull'innovazione. Questo va oltre la semplice aggiunta di componentistica hardware, bensì è rivolto vero lo sviluppo delle nostre tecnologia proprietarie. Il Super HDR è un esempio del nostro impegno in relazione alla fotografia in ambito mobile. Utilizzando l'intelligenza artificiale, è in grado di catturare più dettagli in qualsiasi condizione, senza ulteriori richieste per l'utente", ha dichiarato Alex Feng, Vice Presidente Senior dell'azienda cinese.

Leggi anche: Vivo Apex mostra il futuro del fingerprint su smartphone?

Questa tecnologia è un'esclusiva degli smartphone dell'azienda cinese. In particolare, il primo modello ad usufruirne è il Vivo Apex, un dispositivo caratterizzato da una parte frontale interamente occupata dallo schermo, grazie alla fotocamera anteriore a scomparsa che, quando viene richiusa, si nasconde nella cornice. 

vivo apex concept phone 1
Vivo Apex

Attendiamo dunque di poter toccare con mano questo Vivo Apex, così da testare sul campo la tecnologia Super HDR. L'implementazione dell'intelligenza artificiale in ambito fotografico, va detto, non è una novità assoluta nel settore smartphone. Solo un test potrà dirci se ci sarà vera differenza nei risultati. 


Tom's Consiglia

Amate gli smartphone con cornici ridotte? Date un'occhiata a Xiaomi Mi Mix 2, disponibile all'acquisto direttamente attraverso Amazon.