Apple

Utenti iPhone spiati: Apple fa causa a NSO Group

Apple ha fatto causa a NSO Group, l’azienda israeliana che ha sviluppato Pegasus, lo spyware che consente di sorvegliare da remoto gli smartphone senza richiedere nessuna azione da parte dell’utente e senza lasciare traccia. Lo spyware Pegasus, in particolare, sarebbe stato utilizzato per attacchi mirati ai possessori di iPhone tra giornalisti, attivisti, dissidenti, accademici e funzionari governativi, tutti vittime di violazioni dei loro dati sensibili (lo spyware era in grado di accendere il microfono e la fotocamera del dispositivo e catturare audio e immagini in tempo reale).

Fonte: The Guardian
Pegasus NSO Group attacco

Forcedentry, l’exploit di NSO Group che permetteva di installare Pegasus, sfruttava una vulnerabilità di iOS risolta con la versione 14.8. L’exploit è stato identificato da Citizen Lab, un gruppo di ricerca dell’Università di Toronto. Per la distribuzione di Forcedentry, NSO Group avrebbe creato oltre 100 ID Apple per inviare dati malevoli ai dispositivi e consentire l’installazione di Pegasus. I server di Apple non sono stati in nessun modo compromessi; il cyberattacco ha riguardato soltanto una minoranza di utenti “sorvegliati e targetizzati”, ma Apple non ha intenzione di tollerare nuovi abusi di questo tipo. Pertanto, si legge nella denuncia, la società di Cupertino richiederà un’ingiunzione permanente per vietare a NSO Group di accedere nuovamente ai prodotti e servizi Apple.

“Questa situazione deve cambiare”, ha dichiarato Craig Federighi, Senior Vice President of Software Engineering di Apple. “I dispositivi Apple sono l’hardware consumer più sicuro sul mercato, ma aziende private che sviluppano spyware ‘state sponsored’ sono diventate sempre più pericolose. Benché queste minacce alla cybersicurezza riguardino solamente un numero molto ristretto di clienti, prendiamo seriamente ogni singolo attacco ai nostri utenti e lavoriamo costantemente per potenziare le funzioni per la protezione della sicurezza e della privacy in iOS per tutelare tutti i nostri utenti”.

L’invito di Apple ai suoi clienti è a tenere sempre aggiornati i propri dispositivi. Per ripagare il lavoro svolto da società come Citizen Lab, Apple offrirà un contributo di 10 milioni di dollari ai ricercatori impegnati nel campo della cybersicurezza, oltre all’ammontare del risarcimento eventualmente ottenuto con l’azione legale.

Apple Watch Series 6 in offerta su Amazon a 379,00 euro. Acquistalo ora e risparmia 90,00 euro!