Android

Vecchi cellulari alla riscossa, per moda e sicurezza

In principio c'è stata Anna Wintour, algida direttrice di Vogue USA, poi le star di Hollywood, adesso i politici e tycoon italiani. Il cellulare dell'era pre-smartphone sono ritornati in voga. Nokia, Ericsson, Motorola sono rispuntati fuori dai cassetti. Negli Stati Uniti si parla di modernariato, voglia di anni '90, ritorno all'essenzialità della comunicazione. In Italia c'è di mezzo un po' di cronaca giudiziaria, come racconta oggi Giuliano Foschini su La Repubblica.

nokia 3310
iPhone o Nokia 3310?

Dall'indagine su Luigi Bisignani al recente scandalo che ha coinvolto l'imprenditore Guglielmo La Regina, non si fa che parlare di trojan spia. Gli smartphone insomma sono a rischio di facile intercettazione, mentre i vecchi cellulari dovrebbero esserne immuni.

"È però una leggenda metropolitana che siano più sicuri. Sono diversamente insicuri diciamo, cioè insicuri per motivi diversi: meno funzioni ha il telefono e meno funzioni può sfruttare il captatore, ma uno bravo è in grado di fare tutto", ha assicurato l'esperto di sicurezza Andrea Zapparoli Manzoni.

wintour flip phone
Anna Wintour

In linea di massima qualsiasi terminale mobile è intercettabile e certamente le forze dell'ordine hanno tutti gli strumenti per farlo; al massimo si può creare qualche difficoltà in più ai concorrenti industriali. Non disponendo di uno smartphone e non gestendo mail, foto, clip e documenti gli spioni sono costretti a individuare altre punti deboli.

Altro discorso se si decide di affidarsi a chat cifrate come WhatsApp, Signal, Telegram o SIMSme. Ma anche in questo caso un escamotage informatico si trova sempre. Insomma, chi ha voglia di vintage compri pure un vecchio terminale. Ma attenzione: alcuni operatori, come ad esempio 3 Italia, non supportano la 2G e senza roaming su TIM sono dolori. Ecco. Senza linea è il massimo della sicurezza.