Android

WhatsApp, app non ufficiali a rischio sicurezza. Ecco cosa fare

Le app di terze parti che utilizzano la piattaforma WhatsApp, come GB WhatsApp o WhatsApp Plus, anzitutto violano i termini di servizio e poi sono a rischio sicurezza, non essendo supportate a causa dell’impossibilità di validarne le pratiche legate alla sicurezza. Per questo è possibile che chi le utilizza riceva a breve un avviso di ban temporaneo. Ad affermarlo è stata la stessa WhatsApp, con un aggiornamento delle FAQ in cui spiega i motivi e le procedure per passare all’app originale.

Il consiglio di WhatsApp ovviamente è quello di passare all’app ufficiale, ma come fare per non perdere i propri dati? Il consiglio generale è di salvare lo storico delle chat, ma per GB WhatsApp e WhatsApp Plus ci sono le istruzioni specifiche.

Se siete stati bannati temporaneamente anzitutto dovrete aspettare la fine del ban (c’è un timer che visualizza il tempo residuo), altrimenti potete procedure direttamente al punto successivo: Opzioni aggiuntive > Chats > Back up chats, per creare il vostro backup, dopodiché, se utilizzate GB WhatsApp recatevi in impostazioni del telefono > cliccate su storage, quindi su Files, trovate la cartella GB WhatsApp e selezionatela.

Nell’angolo in alto a destra More > Rinomina e procedete a rinominare il file come “WhatsApp”. Dopo aver scaricato e installato l’app ufficiale di WhatsApp, andate nelle impostazioni, alla voce backup, cliccate sulla voce ripristina e quindi su Avanti. WhatsApp dovrebbe caricare tutte le chat salvate. Con WhatsApp Plus invece se avete già salvato preventivamente lo storico delle chat WhatsApp dovrebbe caricarlo automaticamente.