Tom's Hardware Italia
Android

WhatsApp, come attivare la verifica in due passaggi

Attraverso la verifica in due passaggi, sarà necessario un secondo PIN a 6 cifre per accedere al proprio account WhatsApp.

La sicurezza non è mai troppa, specie quando si parla di smartphone. WhatsApp è certamente una delle applicazioni più utilizzate su questi dispositivi, in grado di gestire miliardi di messaggi, fotografie, video e telefonate ogni giorno in tutto il mondo. Una mole enorme di dati personali, che è bene tenere al sicuro. In tal senso, tra le varie possibilità offerte dal servizio di Zuckerberg una delle più efficaci è senza dubbio la verifica in due passaggi.

Si tratta di una funzionalità introdotta a ottobre del 2017, sia nella versione Android, che su quella iOS e Windows Phone. Grazie a questa opzione si rende la vita ancora più difficile a tutti coloro che cercano di entrare in un account WhatsApp in maniera fraudolenta. Infatti, oltre al classico codice che si riceve via SMS al momento del login nel proprio account, abilitando la verifica in due passaggi verrà richiesto anche un secondo PIN a 6 cifre.

In questo modo è dunque possibile aumentare la soglia di sicurezza del proprio account WhatsApp. Del resto, nel caso in cui il codice che si riceve via SMS venisse in qualche modo intercettato, diventerebbe semplicissimo per un malintenzionato loggarsi, accedendo dunque a messaggi e fotografie inevitabilmente di natura personale. Insomma, un ulteriore sbarramento che, come vedremo, è davvero semplicissimo da attivare.

Attivare la verifica in due passaggi

  1. Aprire l’applicazione di WhatsApp
  2. Far comparire il menù a tendina cliccando sui tre puntini in alto a destra
  3. Selezionare la voce “impostazioni”

Una volta entrati nel menù impostazioni, occorre seguire questi successivi tre passaggi:

  1. Selezionare la voce “account”;
  2. Selezionare la voce “verifica in due passaggi”;
  3. Cliccare sul pulsante “attiva”.

A questo punto viene richiesto di impostare il famoso PIN a 6 cifre, che andrà inserito una seconda volta per un’ulteriore conferma. Infine, WhatsApp richiederà inevitabilmente anche un indirizzo e-mail di recupero: nel caso in cui infatti ci si dimenticasse il PIN, verrà sfruttato questo indirizzo per poter recuperare il proprio account e continuare dunque a utilizzarlo.

La procedura in questione è valida tanto su Android quanto su iOS e Windows Phone. Sarà possibile, in ogni momento, modificare il PIN in questione, ma anche disattivare completamente la verifica in due passaggi. Il nostro suggerimento comunque è quello di avere attiva questa funzionalità, considerando come, attraverso WhatsApp, transitino molti dei nostri dati sensibili. Come si dice in questi casi? La prudenza non è mai troppa.

Acquistando un Galaxy S10, si ricevono in regalo quattro mesi gratuiti di YouTube Premium. Lo trovate in offerta su Amazon a questo link.