Android

WhatsApp, Facebook e Instagram: l’unificazione si avvicina

I piani di Mark Zuckerberg di unificare WhatsaApp, Facebook e Instagram proseguono. Nelle ultime ore, infatti, sono emersi nuovi dettagli a cura dello sviluppatore italiano Alessandro Paluzzi, che è riuscito a scovare nuovi indizi nel codice delle versioni beta in merito all’integrazione delle tre popolari applicazioni del colosso di Menlo Park.

Le informazioni attualmente disponibili sono scarse. Il progetto infatti è tanto ambizioso quanto complesso sia da un punto di visto tecnico sia per quanto riguarda la privacy. Un tema su cui Facebook deve stare molto attenta, dopo aver perso la fiducia degli utenti in seguito allo scandalo Cambridge Analytica. Mark Zuckerberg ha da tempo espresso la volontà di unificare le tre app di messaggistica, ma non sono mai stati rilasciati dettagli sulle tempistiche.

https://twitter.com/alex193a/status/1268244539422187522?ref_src=twsrc%5Etfw%7Ctwcamp%5Etweetembed%7Ctwterm%5E1270260941163302912%7Ctwgr%5E&ref_url=https%3A%2F%2Fwabetainfo.com%2Ffacebook-messenger-to-allow-the-communication-with-whatsapp%2F

Paluzzi ha scoperto una nuova voce nella versione beta di Instagram: Get Messenger in Instagram. Ciò vuol dire che potrebbe essere possibile inviare messaggi da Instagram a dei contatti presenti su Facebook Messenger e viceversa. È questo infatti il progetto di Mark Zuckerberg: offrire la possibilità di inviare messaggi tra le diverse piattaforme senza la necessità di essere iscritto a tutte. In altre parole, un account Instagram potrebbe inviare un messaggio a un account Facebook non iscritto a Instagram.

Gli indizi riguardano anche WhatsApp. A quanto pare, Facebook sta lavorando alla costruzione di un database locale che permetterebbe a Messenger di ottenere alcune informazioni da WhatsApp come contatti bloccati, suono delle notifiche, chat archiviate, numero di telefono ecc. Non sarebbe però in grado – almeno per il momento – di accedere al contenuto dei messaggi, ai membri di un gruppo e alle foto profilo.

Questo non vuol dire che WhatsApp sta già raccogliendo informazioni per costruire il database. Quest’ultimo inizierà a essere operativo solo e se l’integrazione diventerà realtà. Non sappiamo, infine, se questo database verrà caricato sul server di Facebook per poterlo salvare per altri dispositivi o meno. Resta da capire, inoltre, se l’utente potrà disabilitare tutto ciò e non dare il proprio consenso per essere trovato su Instagram o Facebook. È probabile che venga data una simile possibilità all’utente, ma per il momento non possiamo saperlo.

Insomma, le domande sono ancora tante. Il progetto di Zuckerberg sembra andare avanti. Non ci resta che aspettare e capire se verrà mai alla luce o se – per svariati motivi – verrà abbandonato dal colosso di Menlo Park.

Il nuovo iPhone SE 2020 è disponibile su Amazon a partire da 499 euro. Lo trovate a questo link.