Windows

Windows 10 Mobile e Continuum. Perché può funzionare dove Motorola Atrix fu un fallimento

Dopo Windows 10 Microsoft è attesa a un altro appuntamento importante, il rilascio di Windows 10 Mobile. L'azienda di Redmond si gioca molto con questa versione del sistema operativo, un altro tassello della sua strategia unificata. Tra le domande che possono sorgere prima del debutto ce n'è una di particolare importanza: "che cosa differenzierà la piattaforma da iOS e Android?".

Una delle risposte, secondo Satya Nadella e Joe Belfiore, è "Continuum", la possibilità di collegare lo smartphone a un monitor, un mouse e una tastiera per usarlo come se fosse un PC Windows 10. Un concetto non del tutto nuovo che abbiamo visto ad esempio con il Motorola Atrix, che però non ebbe molto successo.

I più critici potrebbero pensare che i fattori che hanno portato al fallimento dell'Atrix porteranno anche al fallimento di Continuum. Se le due soluzioni fossero identiche, probabilmente, anche io sarei del medesimo avviso. Ma non è così e non andrà così. Permettetemi di farvi vedere il tutto sotto una luce diversa.

La tecnologia

Partiamo della tecnologia. Combinare le capacità di più dispositivi in uno solo e trasformare lo smartphone in un PC: è questo lo scopo di Continuum, identico a quello di Motorola. Parlando dell'Atrix è bene ricordare che si va a collocare in un preciso momento storico, 4 anni fa. Uscì con Android 2.2, per passare rapidamente alla versione 2.3.

Joe Belfiore Cortana Shirt Hero

L'approccio dell'azienda era semplice: l'utente poteva collegare il suo Atrix a dock desktop o laptop proprietaria di Motorola e lo schermo del suo telefono e le app sarebbero state mostrate in versione più grande su un nuovo display. Sfortunatamente nelle app mobile non c'era del codice per farle funzionare in modo più simile alle app desktop su uno schermo più grande.

Rimanevano app mobile, comportandosi come tali su uno schermo che non era quello di uno smartphone. Continuum rimedierà a questo fondamentale problema: non si tratta semplicemente di una caratteristica che Microsoft sta implementando su un singolo dispositivo hardware, ma è qualcosa di molto più grande. Un ruolo lo giocheranno le app universali. L'impegno dell'azienda per creare un singolo cuore per il sistema operativo su tutti i dispositivi ha stabilito quel ponte che consente di godere delle app su schermi di diverse dimensioni.

Anche se c'è un po' di lavoro sul codice per adattare le app a ogni form factor, non si tratta di molto lavoro. Con Windows 10 gli sviluppatori possono creare una singola applicazione ottimizzata per funzionare con mouse e tastiera in ambiente desktop. Il tutto mantenendo un corretto funzionamento in ambiente touch.

Continuum permette ai telefoni Windows anche di connettersi in wireless a una tastiera e mouse, e con una configurazione Miracast a un display più grande. Microsoft creerà anche un hub (attualmente chiamato Munchkin) che avrà numerose porte per facilitare collegamenti cablati.

Poiché Continuum è una capacità della piattaforma di Windows 10 anziché una semplice caratteristica di un dispositivo, i partner OEM di Microsoft potranno creare hub simili da offrire con i propri smartphone, a beneficio dei costi. Inoltre, la soluzione di Microsoft permette a uno smartphone di gestire due schermi contemporaneamente. Ciò significa che un genitore può proiettare in modalità wireless un video su uno schermo più grande per i bambini mentre lavora con le email sul suo cellulare Windows. L' Atrix non permetteva tutto questo.

Posizione di forza

La tecnologia è però solo un pezzo del puzzle. La posizione industriale unica delle aziende è il secondo punto fondamentale. Motorola non controllava Android, ed era "da sola". Microsoft controlla Windows 10 e come tale ha pensato Continuum come un componente fondamentale del sistema operativo.

Dropbox Universal Lead 2015

Ogni dispositivo Windows 10 (telefono/tablet) con hardware adeguato, perciò, avrà l'abilità di usare Continuum. Microsoft produrrà anche hardware adatto e i partner faranno lo stesso. Bisogna poi considerare che molti utenti PC stanno passando a Windows 10. Con il supporto dei partner OEM, Microsoft ha le risorse per portare Continuum a un'ampia fetta di clienti Windows. Che ciò abbia successo o no è ancora da stabilire, ma il punto è che poiché gli sforzi di Motorola erano estemporanei, creati fuori dal recinto di Android, il loro impatto sul settore e le possibilità di successo erano trascurabili.

Il fatto che Continuum sia una capacità a livello di piattaforma che beneficerà di molti OEM e di una maggiore distribuzione, assicura un successo potenzialmente più ampio.

Il tempismo è tutto

L'Atrix fallì per diverse ragioni. La principale? Il mondo non era pronto. Nel 2011 il mercato era dominato da dispositivi sotto i 5 pollici, ma negli anni a seguire le cose sono cambiate e oggi vanno per la maggiore i cosiddetti phablet. Le capacità una volta riservate a PC e tablet ora stanno passando agli smartphone. I phablet sono usati per navigare, giocare, ascoltare musica, guardare video, email, chattare e anche editing di foto e video.

Queste funzioni si sono aggiunte a quelle basilari della piattaforma mobile: creare una fusione di scenario d'uso mobile/desktop non è più così raro. Il computing sta diventando sempre più mobile. Gli smartphone stanno per molti utenti gli unici dispositivi tecnologici, gli unici computer.

continuum phone video

È il momento giusto

Microsoft ha introdotto Contiuum, Windows 10 e le app universali. È l'unica azienda hi-tech ad aver progettato un ecosistema che supporterà dispositivi che sono in grado di fare di tutto. Ovviamente i critici potrebbero aver ragione, e Continuum potrebbe fallire, ma se sarà così non sarà per le stesse ragioni dell'Atrix. Vedo un futuro in cui aeroporti, scuole, uffici, hotel, case e altri luoghi abbiano degli hub pensati per essere delle stazioni docking Windows pronte per Continuum. Il mondo è pronto. Voi cosa ne pensate?

Microsoft Lumia 532 Microsoft Lumia 532