Tom's Hardware Italia
Windows

Windows 10 sui piccoli tablet ARM, Microsoft conferma

Microsoft conferma che Windows 10 arriverà sui piccoli tablet ARM. Per i tablet più grandi, probabilmente, Microsoft spingerà affinché si impongano le piattaforme x86.

Al recente evento di presentazione delle novità di Windows 10 Microsoft ha parlato di molte cose ma, come in tanti avranno avuto modo di vedere, non ha proferito parola sul suo futuro rapporto con la piattaforma ARM, in particolare in ambito tablet.

L'azienda di Redmond tenne un profilo nettamente differente al debutto di Windows 8, svelando Windows RT. Quell'esperienza si è rivelata un flop per molteplici ragioni, tanto che Microsoft ha deciso di non aggiornare a Windows 10 i propri tablet Surface con chip ARM. Si limiterà a un update "parziale", le cui caratteristiche ci sono ancora oscure.

Windows 10

La crescente potenza delle piattaforme ARM, specie delle ultime a 64 bit, ci lascia però pensare che il matrimonio tra Windows e ARM non sia certo finito, malgrado la falsa partenza. E questo a prescindere dal fatto che gli smartphone Windows Phone usino solo chip ARM, quelli di Qualcomm per la precisione.

A rafforzare la nostra convizione troviamo un articolo su Neowin in cui Microsoft sembra spiegare – almeno in parte – quella che sarà la sua strategia. "I dispositivi ARM continueranno a essere una parte cruciale della gamma di dispositivi che supportano Windows 10, con un'esperienza ottimizzata per smartphone, phablet e piccoli tablet fino a 8 polli con chip ARM. Questa settimana abbiamo dimostrato per la prima volta l'esperienza di Windows 10 su un telefono e annunciato l'arrivo di una Technical Preview per i telefoni", ha dichiarato una portavoce della casa di Redmond.

Microsoft Surface Pro 3 Microsoft Surface Pro 3

Da queste parole si può dedurre che vedremo dei tablet ARM con Windows 10 sul mercato in futuro, ma con schermi non più grandi di 8 pollici. Certo, siamo nel campo delle interpretazioni, ma è già qualcosa.

Probabilmente in casa Microsoft ritengono che oltre una certa dimensione i tablet assumano i connotati di un prodotto più per il lavoro che per la mera fruizione di contenuti. Le piattaforme x86 (Intel e AMD) hanno un vantaggio sotto questo profilo grazie alla compatibilità con il software tradizionale desktop. D'altronde è stata anche l'assenza di compatibilità con i vecchi programmi a segnare l'infausto destino di Windows RT. 

Microsoft condividerà maggiori informazioni "nei prossimi mesi" riguardo Windows 10 sui dispositivi ARM. In base a quanto dicono le indiscrezioni i tablet ARM godranno di un adattamento della versione di Windows 10 dedicata agli smartphone, senza l'inutile modalità desktop e con alcune modifiche legate allo schermo più grande.

In tutto questo discorso non va poi sottovalutato il lato economico della faccenda. Le piattaforme ARM sono generalmente meno costose di quelle basate su chip x86: per far sì che Windows 10 s'imponga sulla scena mobile è necessario che i produttori lo offrano in tutte le fasce di prezzo, anche quelle più abbordabili.