Windows

Windows Phone 7.8 divide gli utenti ma Nokia è tranquilla

Il mancato aggiornamento degli attuali terminali Windows Phone alla versione 8, ma solo alla 7.8, ha sollevato un vespaio di polemiche e reazioni. Basta guardare i commenti alla nostra notizia pubblicata ieri per rendersi conto che l'opinione pubblica è spaccata.

C'è chi ritiene che l'implementazione della nuova interfaccia sia sufficiente, chi aspetta l'evoluzione dell'ecosistema per esprimersi e chi si è indignato sentendosi letteralmente preso in giro, trattato al rango di beta tester. Tra questi in particolare gli utenti Nokia Lumia. La casa finlandese è il partner più stretto di Microsoft e l'azienda che più di tutte ha venduto e pubblicizzato terminali Windows Phone. Per questo non poteva tacere davanti alle polemiche, specie con un Lumia 900 in rampa di lancio.

Kevin Shields, dirigente dell'azienda, ha dichiarato che lo sforzo di Nokia nel supportare la gamma Lumia è "più che sufficiente. Penso che alla fine il cliente tipo probabilmente non è del tutto a conoscenza di questa cosa dell'aggiornamento". "Non ho problemi a raccomandare il prodotto", ha aggiunto Shields parlando del terminale di punta.

Windows Phone 8 a sinistra, Windows Phone 7.5 Mango a destra

Nokia si sente quindi "con l'anima in pace" e in quanto a supporto offrirà alcune applicazioni esclusive – Camera Extra, Contact Share e altre – che aggiungeranno interessanti caratteristiche ai terminali, e li renderanno ancora più accattivanti rispetto alla lineup attuale degli altri produttori. Bisognerà capire se Windows Phone 7.8 e queste applicazioni riusciranno a colmare il vuoto lasciato dal mancato aggiornamento a Windows Phone 8, e a convincere gli appassionati ad acquistare il Lumia 900.

Nokia e Microsoft sono sotto il fuoco di fila per questa situazione: molti le accusano di non aver parlato chiaro, tenendo un comportamento poco trasparente. Secondo TechCrunch, la casa finlandese sapeva fin dall'inizio del suo rapporto con Microsoft che non avrebbe potuto aggiornare i termali a Windows Phone 8. Un fatto che non stupisce poi più di tanto, sia perché le due lavorano insieme, sia perché Nokia negli ultimi mesi aveva un solo scopo, vendere prodotti, e dire che agli utenti che non avrebbero goduto di Windows Phone 8 sarebbe stato un clamoroso autogol.

E in tema di proteste, ne segnaliamo una che in questo mare di opinioni più o meno condivisibili, raggiunge livelli d'insensatezza clamorosi. Online si trova una petizione in cui si richiede il ritorno della banda nera laterale, quella contraddistinta dalla freccetta che permette di accedere all'elenco verticale delle applicazioni. Insomma, la nuova Start Screen può non piacere a tutti, ma da qui a fare una petizione e identificare in quell'elemento uno degli aspetti migliori dell'interfaccia, ce ne passa. A volte ci si lamenta anche a sproposito.