Tom's Hardware Italia
Windows

Windows Phone 8: supporto VPN e aggiornamenti per 3 anni

Microsoft ha aumentato da 18 a 36 mesi il supporto ai terminali Windows Phone 8. Un modo per conquistare il mondo delle aziende.

Microsoft ha aumentato la durata del supporto a Windows Phone 8: non più diciotto mesi ma trentasei, ovvero 3 anni (fino al gennaio 2016). Con questa mossa la casa di Redmond si rivolge principalmente a tutte quelle aziende interessate a dotarsi di terminali WP8 ma in cerca di un supporto duraturo nel tempo.

"A partire da Windows Phone 8 renderemo gli aggiornamenti, inclusi quelli di sicurezza, disponibili per 36 mesi. Questi update saranno incrementali, con ogni aggiornamento che sarà basato su quello che l'ha preceduto. L'operatore mobile o il produttore del telefono potrà controllare la distribuzione di questi aggiornamenti incrementali e la disponibilità potrà variare in base al paese, la regione e la capacità hardware del dispositivo".

Microsoft promette grandi cose nei prossimi mesi

Contestualmente all'annuncio Microsoft ha svelato che renderà disponibile nella prima metà del 2014 un "feature pack" dedicato al mondo enterprise, come aggiornamento di Windows Phone 8. L'obiettivo è dare ai dipartimenti IT delle aziende più controllo sui terminali in loro possesso.

Tra le novità si parla dell'introduzione dello standard crittografico S/MIME per autenticazione e codifica delle email, accesso alle risorse corporate dietro firewall con app capaci sfruttare il protocollo VPN, il supporto Wi-Fi con EAP-TLS, policy MDM migliorate per bloccare alcune funzioni e l'installazione di determinate applicazioni e maggiore controllo sui certificati di autenticazione degli utenti.

La casa di Redmond ha concluso anche ricordando come il momento sia positivo per Windows Phone, un ecosistema che è diventato la terza forza del mercato, davanti a BlackBerry. Il direttore operativo Kevin Turner ha anche affermato che "Windows Phone vende più dell'iPhone in 10 grandi paesi", senza però entrare maggiormente nel merito della propria dichiarazione.