Android

Xiaomi in Italia, partono le assunzioni

Xiaomi sta pianificando l'apertura di un Mi Store a Milano, ovvero il suo primo negozio fisico in Italia. La notizia arriva da Paola Pirrello, Country Marketing Specialist dell'azienda cinese, che ha pubblicato su LinkedIn un'offerta di lavoro relativa alle figure richieste nel punto vendita in questione. Lo sbarco nel Bel Paese sembra però essere legato ad una strategia molto più ampia.

Innanzitutto, le posizioni aperte per il Mi Store di Milano sono cinque. Si parla infatti di uno Store Manager e di quattro addetti alla vendita, facendo riferimento alla necessaria conoscenza dell'ecosistema di prodotti targati Xiaomi. Questo suggerisce la presenza nel negozio fisico non solo degli smartphone, ma anche dei vari dispositivi realizzati dall'azienda cinese, ormai attiva in buona parte dei settori dell'elettronica di consumo.

Xiaomi Italia
L'annuncio di lavoro per il Mi Store di Milano

Non ci sono indicazioni circa la data di apertura del Mi Store o il giorno di chiusura delle candidature. Non è escluso che Xiaomi possa fornire ulteriori dettagli in merito in occasione del Mobile World Congress di Barcellona. In ogni caso, al di là del negozio fisico, l'azienda cinese è al lavoro da mesi al fine di strutturare la propria strategia per il mercato italiano.

Leggi anche: Xiaomi arriva su Amazon Italia, l'inizio della rivoluzione?

Alcuni modelli di smartphone Xiaomi sono ormai disponibili all'acquisto attraverso Amazon Italia, venduti e spediti direttamente dal colosso dell'e-commerce. Non solo, ma l'azienda cinese ha pubblicato su LinkedIn, nella seconda parte del 2017, altre offerte di lavoro relative a quella che dovrebbe essere la sede italiana, slegate dunque dall'apertura del Mi Store di Milano.

Xiaomi Italia

In questi giorni, ad esempio, è attivo un annuncio di lavoro pubblicato su LinkedIn da Xiaomi in merito alla posizione di "Creative Copywriter" per l'Italia, con sede a Milano. Un'ulteriore conferma di come l'azienda cinese stia strutturando una strategia complessa per il nostro mercato, nella quale il Mi Store fisico dovrebbe rappresentare un tassello di un mosaico certamente più ampio.

Leggi anche: Xiaomi in Spagna, notizia positiva o negativa per l'Italia?

In ogni caso, l'ingresso in Italia di Xiaomi potrebbe potenzialmente rimescolare le carte del mercato smartphone. Del resto, stiamo parlando del quinto produttore mondiale di telefonia, la cui politica orientata all'elevato rapporto qualità/prezzo dei propri dispositivi è riuscita letterlamente a conquistare la Cina. Adesso tocca all'Europa, Italia inclusa.


Tom's Consiglia

Xiaomi Mi Max 2 è un phablet dell'azienda cinese caratterizzato da un ottimo rapporto qualità/prezzo. Equipaggiato con un enorme schermo da 6,44 pollici, è disponibile all'acquisto direttamente su Amazon.

Xiaomi Mi A1 Xiaomi Mi A1