Android

Xiaomi Mi 9T, ecco com’è fatta la fotocamera pop-up

Xiaomi ha da poco portato in Europa il tanto atteso Mi 9T, variante internazionale di Redmi K20. Lo smartphone è il protagonista di un teardown che ci mostra com’è fatto all’interno, evidenziando il meccanismo sottostante alla fotocamera a scomparsa. Stavolta non sono stati né i tecnici di iFixit né il famoso JerryRigEverything a smontarlo, ma è stata Xiaomi stessa a pubblicare un video sul suo profilo Twitter.

Il video è abbastanza rapido e non scende nei dettagli. Mostra solamente in che modo sono stati implementati i vari componenti: dalla tripla fotocamera posteriore alla batteria da 4000 mAh passando per l’altoparlante e le antenne. Interessante notare come il sensore di impronte posizionato sotto il display AMOLED da 6,39 pollici integri una vera e propria fotocamera che – probabilmente – controlla gli accessi al dispositivo. Sarà senza dubbio un aspetto da analizzare quando verrà effettuato un teardown completo e dettagliato.

https://twitter.com/Xiaomi/status/1140559710942162944

La parte più interessante è il meccanismo che fa salire e scendere la fotocamera frontale da 20 Megapixel (f/2.2). In realtà, Xiaomi ha utilizzato un semplice motore passo-passo a spirale che si avvita e si svita facendo apparire e scomparire la fotocamera. È un sistema utilizzato nella maggior parte degli smartphone che integrano questa soluzione.

Non capita spesso di vedere un video del genere pubblicato direttamente dal produttore. Probabilmente, Xiaomi vuole continuare a mantenere alto l’interesse attorno a Mi 9T che – dopo poche ore dall’apertura delle prenotazioni – era già diventato il dispositivo più venduto su Amazon Italia nella categoria Elettronica.

Xiaomi Mi 9 è disponibile all’acquisto su Amazon a 449 euro. Lo trovate a questo link.