Android

Xiaomi Mi A2, la nostra anteprima da Madrid

Xiaomi Mi A1 ha finalmente un erede. Con un evento ad-hoc organizzato a Madrid, l'azienda cinese ha alzato il sipario sul Mi A2, come abbiamo già avuto modo di raccontarvi in un nostro articolo. Esattamente come il predecessore, questo dispositivo punta soprattutto sul rapporto qualità/prezzo, inserendosi in un segmento di mercato chiave per il mondo dei dispositivi mobili (e non a caso molto affollato).

Abbiamo avuto modo di toccare con mano questo Mi A2 a margine dell'evento di presentazione. La primissima impressione è certamente quella di uno smartphone ben costruito, con l'ennesimo passo in avanti da parte di Xiaomi in termini di qualità. Un aspetto che era comunque già emerso negli altri dispositivi presentati dall'azienda cinese quest'anno.

photo 2018 07 24 13 51 58
photo 2018 07 24 13 53 04

Si tiene bene in mano, nonostante i 5,99 pollici di schermo. Merito delle cornici ridotte e del rapporto di forma in 18:9, che fa sviluppare lo smartphone in lunghezza. I bordi laterali, anche se poco pronunciati, sembra che riescano a evitare eventuali tocchi involontari sul display. In generale, l'ergonomia sembra buona, ma andrà ovviamente verificata nell'utilizzo quotidiano del Mi A2.

Difficile poter già esprimere un giudizio sulle prestazioni. Da questo punto di vista però, Xiaomi ha giocato sul sicuro, scegliendo l'ottimo SoC Snapdragon 660 e accoppiandolo a 4 o 6 GB di RAM a seconda della versione. La prima sensazione è quella di uno smartphone estremamente reattivo, e se l'azienda cinese avrà implementato bene questo processore come già fatto in altri dispositivi (pensiamo al Mi Note 3, ad esempio), potrebbe davvero diventare un punto di riferimento nella propria fascia di prezzo.

photo 2018 07 24 13 52 38
photo 2018 07 24 13 53 00
photo 2018 07 24 13 52 51

Discorso analogo per la parte fotografica, davvero troppo presto per poter esprimere un giudizio. Abbiamo avuto modo di scattare un selfie con la fotocamera anteriore da 20 MP del Mi A2 e, nonostante le difficili condizioni di luce, il risultato sembra di buon livello. Attendiamo comunque la recensione completa prima di esprimere un giudizio definitivo.

Leggi anche: Recensione Xiaomi Mi 8, il top di gamma della maturità

Insomma, la sensazione è che Xiaomi possa aver presentato, potenzialmente, un nuovo best-buy. I prezzi del Mi A2, che arriverà in Italia dall'8 agosto, partono da 249 euro per la variante da 3 GB di RAM e 64 GB di storage (279 per quella da 4/64 GB, 349 per quella da 6/128 GB). Non sarà facile per i concorrenti competere con questo prodotto che, oltre che su un'ottima piattaforma hardware, può contare anche sui vantaggi garantiti da Android One.

photo 2018 07 24 14 25 26
photo 2018 07 24 13 52 01

Paradossalmente, i principali competitor il Mi A2 potrebbe trovarseli in casa. Xiaomi presidia infatti questa fascia di prezzo con diversi modelli della serie Redmi 5 (pensiamo al Note 5, che abbiamo già recensito). Appare evidente come l'azienda cinese abbia scelto proprio questo segmento per iniziare la scalata anche al mercato europeo.


Tom's Consiglia

Xiaomi Redmi 5 Plus è uno smartphone caratterizzato da un ottimo rapporto qualità prezzo. Equipaggiato con lo Snapdragon 625 accoppiato a 4 GB di RAM e a 64 GB di storage, è disponibile all'acquisto attraverso Amazon a meno di 200 euro. Lo trovate a questo link.