Android

Xiaomi Mi Max 3, i 7 pollici sbarcano su smartphone?

Uno schermo da 6,99 pollici per lo Xiaomi Mi Max 3. Si tratta di una possibilità su cui da tempo si vocifera, e che oggi trova l'ennesima conferma da parte di alcune fonti cinesi. L'introduzione di un pannello così grande dovrebbe essere possibile grazie all'adozione di un design borderless, con ovviamente un rapporto di forma in 18:9. 

Per quanto riguarda la restante scheda tecnica, il Mi Max 3 dovrebbe poter contare su un SoC Snapdragon 635 (evoluzione del 625), anche se alcune indiscrezioni parlano dello Snapdragon 660. In ogni caso, il processore sarà accoppiato da 4 GB di RAM e a 64/128 GB di memoria.

Mi Max 3
Un render non ufficiale del Mi Max 3

Come da tradizione per la gamma Mi Max, non mancherà una batteria enorme. In tal senso, si parla di ben 5.500 mAh, con tanto di supporto alla tecnologia Quick Charge 3.0 per la ricarica rapida. Ci sono invece ancora dubbi per la parte fotografica, visto che Xiaomi potrebbe introdurre una dual-camera posteriore, che però non è presente nell'attuale Mi Max 2. Dettagli che verranno chiariti nei prossimi mesi.

Leggi anche: Xiaomi Redmi 5 Plus, scacco matto alla fascia bassa

Tutto va comunque contestualizzato a quello che sarà il prezzo di listino. I dispositivi della gamma Mi Max, come molti dell'azienda cinese, sono stati sempre caratterizzati da un ottimo rapporto qualità/prezzo. Un dettaglio non così scontato nel segmento degli smartphone con schermo superiore ai 6 pollici, che peraltro spopolano in alcuni mercati chiave come quello asiatico.

Mi Max 3
Xiaomi Mi Max 2

Se il Mi Max 3 dovesse essere basato sullo Snapdragon 660, il prezzo di listino potrebbe essere superiore rispetto alle generazioni precedenti. Alcune indiscrezioni però parlano di cifre di partenza pari a 1.699 yuan, circa 216 euro al cambio, che se confermate avvalorerebbero la presenza dello Snapdragon 630.

In ogni caso, con il Mi Max 2 ormai venduto direttamente da Amazon (lo trovate a questo link), è molto probabile che il Mi Max 3 possa essere commercializzato in Europa (Italia inclusa) fin da subito. Staremo a vedere quello che accadrà nei prossimi mesi, con Xiaomi che peraltro sembra finalmente essere pronta all'ingresso in Borsa.

Mi Max 3
Xiaomi Mi Max 1

Anche di questa possibilità si vocifera ormai da diverso tempo. Secondo quanto riportato da Bloomberg, Xiaomi punterebbe addirittura ad una IPO di 100 miliardi di dollari, tanto da aver già contattato importanti Istituti di Credito per finalizzare l'operazione (si parla di Morgan Stanley, Goldman Sachs, Credit Suisse e Deutsche Bank).

Leggi anche: Xiaomi in Spagna, notizia positiva o negativa per l'Italia?

Se la quotazione di 100 miliardi di dollari si rivelasse veritiera, si tratterebbe dell'esordio in Borsa più rilevante della storia. Per avere un metro di paragone, basti pensare che la holding di Alibaba ha esordito, nel 2014, con una IPO di 25 miliardi di dollari. Numeri che fanno comprendere la portata dell'operazione che potrebbe essere messa in piedi da Xiaomi.


Tom's Consiglia

Lo Xiaomi Mi A1 è stato il primo smartphone dell'azienda ad essere commercializzato ufficialmente in Europa. Basato sulla piattaforma Android One, è stato già aggiornato ad Android Oreo.