Android

Xiaomi Redmi Note 3, batteria da 4.000 mAh e prezzo sfacciatamente basso

Xiaomi ha annunciato ufficialmente due nuovi dispositivi, vale a dire lo smartphone Redmi Note 3 e il tablet Mi Pad 2. Entrambi i dispositivi sono stati introdotti per il mercato cinese, ma nei prossimi mesi dovrebbe essere possibile averli anche in Italia tramite negozi specializzati.

Xiaomi Redmi Note 3 4

Il nuovo Redmi Note 3 è uno smartphone da 5,5 pollici caratterizzato da una scocca in metallo, una prima volta per questo marchio. Integra anche un lettore digitale, dietro, e usa il processore Mediatek Helio X10 (MT6795) abbinato a 2 GB di RAM e 16 GB di memoria per l'archiviazione. Ci sarà anche una versione "premium", con 3 GB di RAM e 32 GB di storage.

Il nuovo Xiaomi Redmi Note 3 è anche relativamente sottile, con uno spessore da 8,65 mm. Che possono sembrare molti, ma Xiaomi ha inserito una capiente batteria da 4.000 mAh. In altre parole, il telefono è un po' più spesso ma dovrebbe avere anche un'autonomia migliore – una scelta invocata anche da molti lettori di Tom's Hardware.

Specifiche di tutto rispetto quindi, ma come sempre con Xiaomi il dettaglio sorprendente è il prezzo: in Cina il nuovo Xiaomi Redmi Note 3 sarà proposto a soli 160 euro (al cambio), un prezzo che al momento è davvero imbattibile.

L'altra novità è il nuovo Xiaomi Mi Pad 2, un tablet da 7,9 pollici (20148×1536, 326 PPI) basato su processore Intel X5-Z8500. È un prodotto abbastanza leggero e compatto, 322 grammi e 6,95 mm di spessore, e secondo Xiaomi il SoC Intel offre prestazioni comparabili allo Snapdragon 808 (che troviamo per esempio sull'ottimo LG G4).

Installa 2 GB di RAM, mentre per l'archiviazione si potrà scegliere tra 16 o 64 GB. La batteria anche in questo caso è piuttosto grande, 6.190 mAh, e si ricarica tramite una porta USB-C. Anche in questo caso il prezzo è molto aggressivo, solo 147 euro al cambio (191 per la versione da 64 GB).  

Nel caso del tablet, comunque, ci sono già in commercio concorrenti del tutto validi: per esempio, a 200 euro si può comprare un Nvidia Shield Tablet K1, un dispositivo più che lodevole nonostante la piattaforma hardware non più nuovissima.

Resta da vedere, poi, quanto costeranno veramente in euro questi dispositivi, nel momento in cui saranno disponibili per l'esportazione fuori dalla Cina. Anche con un eventuale sovrapprezzo di 20 o 30 euro, comunque, Il Redmi Note 3 resterebbe interessante – salvo eventuali e imprevedibili oneri doganali, naturalmente.

Per tutti e due i dispositivi il sistema operativo è Android 5.1 con la personalizzazione MIUI 7. Xiaomi ha annunciato che in futuro ci sarà anche una variante del Mi Pad 2 con Windows 10 come sistema operativo, ma non sarà in commercio prima di dicembre.