Tom's Hardware Italia
Android

ZTE, il primo smartphone 5G in vendita entro la prima metà 2019

Dopo il completamento di una lunga fase di test, l'azienda cinese ZTE si è detta pronta a commercializzare il suo primo smartphone 5G entro la prima metà del prossimo anno.

ZTE Corporation prevede di lanciare il primo smartphone con supporto al 5G entro la prima metà del 2019. L’annuncio ufficiale è arrivato attraverso un comunicato stampa, dopo una lunga fase di verifiche e test sul campo effettuati dall’azienda cinese. Tra questi spicca la prova che ha consentito di effettuare una prima telefonata completa con tanto di collegamento Internet e connessione WeChat attraverso il nuovo standard di rete.

In particolare, risale ad aprile scorso il test di ZTE per la prima telefonata in 5G: è stata effettuata utilizzando lo standard globale 3GPP R15 e nel mese di ottobre la verifica è stata ripetuta con uno smartphone ZTE e un dispositivo CPE ZTE. Proprio questo ultimo test ha permesso all’azienda di annunciare l’avvenuto successo della simulazione.

In questo momento la banda di frequenza supportata dagli smartphone 5G è la Sub6G. ZTE è riuscita a perfezionare e completare la copertura attraverso il passaggio da Sub6G alle onde millimetriche con combinazioni CA e EN-DC, in grado dunque di sopperire ai bisogni dei più importanti player internazionali della telefonia e telecomunicazione.

Altri test verranno condotti a dicembre ma, a detta della stessa ZTE, i passi in avanti sono importanti e costanti. Le soluzioni end-to-end proposte dall’azienda cinese porteranno ad un’innovazione notevole, migliorando quella che è già l’ottima base offerta dal 5G. Non ci sono comunque dettagli in merito alle specifiche tecniche dello smartphone in questione. Attendiamo sviluppi in merito, ma il 2019 si configura sempre più come l’anno di svolta per il nuovo standard di rete.

Il Redmi 5 Plus è uno smartphone di fascia media targato Xiaomi, caratterizzato da un ottimo rapporto qualità/prezzo. Può essere acquistato attraverso Amazon a 175 euro.