Questa testata è partner di La Repubblica e contribuisce alla sua audience
Hot topics:
19 minuti

SSD DC S3500, Intel punta ai datacenter: come si comporta?

Dato che gli SSD enterprise sono sempre più specializzati, Intel spera con la nuova gamma SSD DC S3500 di riuscire a stuzzicare l'interesse dei potenziali acquirenti con prestazioni in lettura eccellenti a un prezzo onesto.

SSD DC S3500, Intel punta ai datacenter: come si comporta?

Introduzione

Anche se può sembrare strano, la famiglia SSD 320 di Intel con interfaccia SATA 3 Gbps è ancora molto popolare nel settore enterprise. Un rapido sguardo alle specifiche indica che le letture e le scritture sequenziali sono rispettivamente pari a 270 e 200 MB/s. Prestazioni non certo entusiasmanti. Le letture e le scritture casuali sono pari a 39.500 e 400 IOPS. Sì, avete letto bene. Quattrocento IOPS per scritture casuali 4 KB lungo tutti i Logical block addressing (LBA) con una queue depth di 32.

Quindi perché i professionisti IT non solo comprano ancora queste unità, ma le acquistano in lotti da diverse migliaia? Rispondere a questa domanda non è affatto semplice. Sebbene le prestazioni degli SSD 320 non siano molto elevate, le altre caratteristiche sono di buon livello. Risolti alcuni problemi di firmware i 320 sono diventati prodotti solidi e affidabili, ma con qualche problema d'identità.

Si trattava di soluzioni enterprise o consumer? Da una parte avevano caratteristiche come la protezione dall'improvvisa assenza di energia e la codifica, dall'altra rimpiazzavano le soluzioni X25-M, pensate per gli appassionati. Insomma, un miscuglio non semplice da interpretare. Intel ha speso gli ultimi due anni ad analizzare la composizione delle propria famiglia e ha finalmente sostituito gli SSD 320 con la nuova famiglia SSD DC S3500. Questa volta non c'è ambiguità, si tratta indubbiamente di una gamma di soluzioni business. L'acronimo "DC" sta per datacenter.

I prodotti SSD DC S3500 sono indirizzati principalmente ad applicazioni che fanno tantissime letture e operano con carichi di lavoro misti. Se avete a che fare con carichi che richiedono tante scritture dovete rivolgervi alla famiglia SSD DC S3700. L'ultima proposta di Intel ha tutto ciò che ci si aspetta da una soluzione enterprise. Avete la protezione dati end-to-end, quella da improvvisa assenza di energia, la codifica AES a 256 bit, la memoria ECC, un MTBF di 2 milioni di ore e una garanzia di 5 anni.

Intel SSD DC S3500
Capacità (GB) 80 120 160 240 300 480 600 800
Interfaccia 2.5"  6 Gb/s SATA
Letture sequenziali (MB/s) 340 445 475 500 500 500 500 500
Scritture sequenziali (MB/s) 100 135 175 260 315 380 410 450
Letture casuali 4K (IOPS) 70,000 75,000
Scritture casuali 4K (IOPS) 7000 4600 7500 9000 11,000 11,500
Consumi (attivi) 1.8 W 2.0 W 2.3 W 2.9 W 3.5 W 4.3 W 4.5 W 5 W
Consumi (Idle) 0.6 W
Durata in scrittura (TBW) 45 70 100 140 170 275 330 450

La maggior parte dei produttori vi offre alcune opzioni quando si tratta di nuove famiglie di SSD. Intel non è da meno. Il form factor da 2,5" ha uno spessore di 7 mm, ma potete scegliere tra capacità di 80, 120, 160, 240, 300, 480, 600 e 800 GB. Ci sono soluzioni da 1,8" e 5 mm in capacità di 80, 240, 400 e 800 GB. Questa diversità permette a Intel di coprire più fasce di mercato dalle soluzioni embedded industriali, fino ai datacenter o ai server blade. A differenza di molti produttori di SSD enterprise, Intel indica sempre i prezzi. Sappiamo che il modello da 480 GB che recensiamo in questo articolo costa 580 dollari, circa 1,2 dollari al gigabyte. È un prezzo competitivo.

All'interno dell'Intel SSD DC S3500

Se avete già letto la recensione dell'Intel SSD DC S3700, potete anche girare pagina. L'SSD DC S3500 e l'S3700 non condividono solo alcuni aspetti, ma quasi tutti i componenti. Tutto parte dall'esterno, con un box in alluminio del tutto simile.

Intel SSD DC S3700 (a sinistra), Intel SSD DC S3500 (a destra)

Come sull'S3700 vediamo due incavi sul bordo dei PCB con due condensatori 35 V 47 uF. Il PCB è identico a quello che abbiamo visto sull'SSD DC S3700 e persino il controller è lo stesso - il PC29AS21CA0, sviluppato da Intel, con otto canali, interfaccia 6 Gbps, che ben si è comportato nella recensione dell'S3700, esibendo una costanza eccellente.

Troviamo due package DRAM DDR3-1600 di Micron (MT41K512M8RA-125). Ogni modulo FBGA ha 512 MB di memoria, per una cache totale di 1 GB sull'SSD.

Finora, l'unica differenza tra le due famiglie è stata la DRAM usata per la cache. Con l'SSD DC S3500, Intel rimpiazza la HET-MLC a 25 nanometri dell'S3700 con memoria MLC a 20 nanometri. Questo dà all'azienda statunitense la possibilità di raggiungere prezzi inferiori con l'SSD DC S3500. E come vedremo a breve, è anche la ragione per cui la resistenza in scrittura è così inferiore.

Come con l'SSD DC S3700, alcune capacità dell'S3500 hanno un particolare assortimento di package NAND. La versione da 480 GB si basa su quattordici moduli da 32 GB, un modulo da 64 GB e uno da 16 GB. Ciò consente di avere fino a 528 GB, con un'over-provisioning del 9 percento. Si tratta di un dato decisamente inferiore rispetto al 22% dell'SSD DC S3700.

Continua a pagina 2
AREE TEMATICHE
Vuoi ricevere aggiornamenti su #SSD?
Iscriviti alla newsletter!