Questa testata è partner di La Repubblica e contribuisce alla sua audience
Hot topics:
25 minuti

Storia della realtà virtuale

In questo articolo ripercorriamo la storia della realtà virtuale, prodotti e innovazioni che ci hanno portato a Oculus Rift e HTC Vive.

Storia della realtà virtuale
VR History Title r 600x450

Un numero sempre maggiore di aziende sta sviluppando nuove tecnologie di realtà virtuale e per questo tanti appassionati si stanno interessando all'argomento. Questo pubblico in forte crescita è però diviso, fondamentalmente, in due gruppi: il primo non vede l'ora di mettere la mani su prodotti e esperienze, il secondo è più scettico.

Quest'ultimo gruppo potrebbe sembrare un po' troppo pessimista, ma ha buone ragioni per esserlo, memore dei primi approcci con la realtà virtuale nell'ultima metà del ventesimo secolo. Con l'arrivo dei due principali dispositivi - Oculus Rift e HTC Vive – è quindi tempo di dare uno sguardo al passato per capire il lungo percorso che ci ha portati sino a questo momento.

sensorama r 600x450

È difficile stabilire il momento in cui l'umanità ha concepito per la prima volta l'idea di potersi collegare a un mondo virtuale, ma uno dei primi tentativi concreti di simulare una realtà virtuale è arrivato grazie a Morton Heilig. Nel 1955 Heilig illustrò la sua visione di un apparato capace di stimolare più sensi. Nel 1962 Heiling presentò un prototipo, il Sensorama.

Sensorama consisteva di diverse parti meccaniche. Gli utenti erano seduti su una sedia che si muoveva insieme alla simulazione, mentre un grande schermo stereoscopico e casse stereo fornivano stimoli visivi e sonori. Il sistema sfruttava anche di un tunnel del vento per creare effetti d'aria e diffondere profumi. Il Sensorama si dimostrò troppo in anticipo per il suo tempo e non riuscì ad attrarre investitori. Non superò mai lo stadio di prototipo.

Continua a pagina 2
Vuoi ricevere aggiornamenti su #Realtà virtuale?
Iscriviti alla newsletter!