Questa testata è partner di La Repubblica e contribuisce alla sua audience
Hot topics:
2 minuti

Supporto a Intel Skylake in Windows 7 e 8.1 esteso di 1 anno

Microsoft ha esteso il supporto a Intel Skylake con Windows 7 e Windows 8.1 di un anno, fino al 17 luglio 2018. Novità anche per gli aggiornamenti di sicurezza.

Supporto a Intel Skylake in Windows 7 e 8.1 esteso di 1 anno

All'inizio di quest'anno Microsoft ha annunciato che il supporto ai processori Skylake in Windows 7 e 8.1 sarebbe stato protratto fino al 17 luglio 2017. L'azienda assicurava aggiornamenti di compatibilità, affidabilità e sicurezza solo fino a quella data, dopodiché non avrebbe garantito update di compatibilità o affidabilità, limitandosi solamente a fix di sicurezza che non avrebbero messo in pericolo la compatibilità o l'affidabilità di altre piattaforme.

Il pieno supporto ai processori Skylake, e a tutte le nuove tecnologie integrate, è garantito solo da Windows 10. Ciò non significa che le piattaforme Intel Skylake non funzionino con i precedenti sistemi operativi, ma potrebbero esserci problemi di qualsivoglia natura e gli utenti potrebbero non godere delle piene prestazioni o di altre caratteristiche importanti.

intel skylake

Nelle scorse ore Microsoft ha cambiato idea, o meglio ha spostato la fine del supporto completo di un anno, portandola al 17 luglio 2018. Ciò significa che fino a tale data Windows 7 e 8.1 riceveranno update di compatibilità, affidabilità e sicurezza per le piattaforme Skylake. Microsoft ha inoltre rimosso il limite ai fix di sicurezza "non pericolosi", garantendo tutti i fix di sicurezza fino al 14 gennaio 2020 per Windows 7 e fino al 10 gennaio 2023 per quanto riguarda Windows 8.1.

Una decisione con tutta probabilità dettata dalla mancata approvazione da parte del settore enterprise, che ancora si appoggia a Windows 7. Nondimeno, Microsoft asserisce comunque che Windows 10 rimane la migliore opzione per chi possiede una piattaforma Skylake, in quanto Windows 7 non integra il supporto al controller USB di Intel né all'archiviazione NVMe. Il vecchio sistema operativo non sfrutta inoltre appieno le caratteristiche di risparmio energetico e la virtualizzazione.

Windows 10 rimane invece l'unica piattaforma Windows supportata appieno dai futuri chip Intel Kaby Lake, il prossimo Qualcomm 8996 e i chip AMD Bristol Ridge (Zen). Quando arriveranno le future CPU Intel Kaby Lake e AMD Bristol Ridge Microsoft aggiornerà solamente Windows 10 al fine di garantirne il supporto. Se in quel momento starete usando Windows 7, per farvi un esempio, potreste essere in grado di usare quei processori, ma potreste incorrere in minori prestazioni, consumi maggiori e instabilità.

Intel Processore Core i5-6600K Intel Core i5-6600K
  
Intel BX80662I76700K Box Core I7-6700K Intel Core I7-6700K
  
AREE TEMATICHE
Vuoi ricevere aggiornamenti su #Software?
Iscriviti alla newsletter!