Questa testata è partner di La Repubblica e contribuisce alla sua audience
Hot topics:
2 minuti

Synaptics, lettore d'impronte minuscolo per il tasto volume

Il nuovo lettore d'impronte digitali Synaptics è così piccolo da poter stare addirittura sul tasto laterale per la regolazione del volume. Inoltre un nuovo software di sicurezza consentirà maggior sicurezza, riconoscendo un polpastrello reale da altre superfici fittizie.

Synaptics, lettore d'impronte minuscolo per il tasto volume

Synaptics ha annunciato oggi un nuovo sensore biometrico per la lettura delle impronte digitali, che misura appena 3.5 mm, dimensioni così minuscole da consentirne l'integrazione addirittura sui tasti laterali come ad esempio quelli per la regolazione del volume.

Un salto consistente quindi rispetto ai sensori attuali che richiedono l'integrazione nel tasto home o in una superficie dedicata solitamente posta sulla cover. In realtà ultimamente qualche produttore ha già iniziato a posizionare il lettore di impronte digitali anche sul fianco dello smartphone, ma sicuramente le dimensioni non sono comunque paragonabili a quelle raggiunte dall'ultimo nato in casa Synaptics.

ridble synaptics fingerprint 3 5 mm

Questa inoltre non è l'unica novità. Il produttore infatti ha anche annunciato un nuovo algoritmo cosiddetto anti-spoofing, indirizzato ad aumentare la sicurezza dei log-in tramite impronte digitali. Grazie al nuovo algoritmo infatti i sensori biometrici Synaptics saranno capaci di distinguere tra la superficie di un polpastrello vero (e ancora attaccato al resto del corpo) ed altre fittizie che potrebbero essere state utilizzate per rilevare un calco delle impronte riproducendolo tridimensionalmente.

Synaptics conta di mostrare il nuovo sensore in funzione dal vivo già tra pochi giorni, al MWC 2016, assieme ad alcune altre soluzioni come la tecnologia ClearForce, che dovrebbe consentire di portare al di fuori del mondo Apple le funzioni offerte dal 3D Touch.

Synaptics inoltre spera di riuscire a posizionare il suo nuovo sensore non soltanto in ambito mobile ma anche in quello automobilistico. Chissà quindi che tra qualche anno non sarà possibile, almeno con alcune auto, aprire le portiere e avviare l'auto col semplice sfioramento di un dito.

L'unica notizia cattiva? Che Synaptics non prevede di riuscire a produrre in volumi il nuovo sensore da 3.5 mm prima del terzo trimestre di quest'anno, per cui difficilmente lo vedremo in prodotti di mercato prima del 2017.

Vuoi ricevere aggiornamenti su #Tecnologia?
Iscriviti alla newsletter!