Taxi a guida autonoma Nvidia, test nel 2019 per Daimler

Daimler, la proprietaria del marchio Mercedes, e Bosch avvieranno sperimentazione dei primi taxi a guida-autonoma già a partire dal 2019 sulle strade della Silicon Valley. Almeno così ha assicurato il direttore strategia Wilko Stark di Mercedes alla testata Automobilwoche.

L'incubo di tutti i taxisti del mondo sta prendendo forma con una accelerazione inaspettata che si deve alla maturità tecnologica di Nvidia Drive Pegasus, una fra le più evolute piattaforme IA di guida autonoma capace di raggiungere i 320 TOPS (Tera-Operations per Second with Boost Clock Enabled).

Lo scorso aprile le due aziende avevano annunciato lo sviluppo congiunto del progetto e uno sbarco sulle strade in 5 anni, ma è evidente che il lavoro si è spinto oltre ogni più rosea aspettativa se entro metà del prossimo anno sono già previsti test su strada del servizio. Attualmente si parla di impiegare alcuni modelli di Mercedes Classe S e Classe V, quindi rispettivamente una berlina e una monovolume di fascia alta completi della dotazione sensoristica integrata.

daimler

"Il più urgente e difficoltoso lavoro è sviluppare un sistema che funzioni in modo affidabile, sicuro, di giorno e di notte in tutte le circostanze e condizioni", ha dichiarato Michael Fausten, responsabile del reparto guida autonoma urbana di Bosch.

Leggi anche: Il taxi che guida da solo è realtà: primo test a Singapore

La città che ospiterà la sperimentazione non è stata ancora ufficializzata, ma dovrebbe essere nella contea di Santa Clara. Ad ogni modo nella prima fase le auto seguiranno percorsi pre-determinati e saranno utilizzabili da un ristretto numero di clienti selezionati. Sulla falsariga di quanto di quanto vogliono fare numerosi concorrenti. Ad esempio Waymo (di Google) sta già sperimentando nell'area di Phoenix e si appresta a rilanciare anche su Atlanta. General Motors ha previsto qualcosa di simile nel 2019 in diverse città statunitensi.

Per quanto riguarda invece la prima versione commerciale di questi veicoli autonomi si suppone dopo il 2020. Ma i prezzi saranno comunque alti considerato l'impiego di tecnologie che consentono un livello 4 o 5 di guida autonoma.

Pubblicità

AREE TEMATICHE