Hot topics:
2 minuti

Il taxi che guida da solo è realtà: primo test a Singapore

Primo test pubblico sulle strade di Singapore per il taxi a guida autonoma di NuTonomy.

Il taxi che guida da solo è realtà: primo test a Singapore

NuTonomy, startup nata al MIT di Boston e attiva da circa tre anni, ha messo su strada i primi veicoli autonomi per il trasporto di persone. È accaduto a Singapore, ed è un passaggio importante per lo stato asiatico, che punta sulle nuove tecnologie, tanto da aver finanziato NuTonomy tramite il Singapore Economic Development Board.

nutonomy 01

Il test pubblico dei primi "taxi" autonomi è importante non solo per acquisire ulteriori dati e sviluppare veicoli sempre più sicuri, ma anche per aumentare la consapevolezza del pubblico sulla rivoluzione che verrà. NuTonomy ha intenzione di introdurre un servizio di taxi completamente autonomo e robotizzato nel 2018.

nutonomy 02

L'annuncio delle scorse ore è un grande passo avanti verso quell'obiettivo, ma NuTonomy sta testando privatamente le auto a Singapore da aprile e sta svolgendo prove anche a Londra e in Michigan. NuTonomy, inoltre, conta tra i propri partner nientemeno che Jaguar Land Rover. Questo test è una "prima mondiale", anche se avviene in un ambiente limitato e controllato.

I clienti possono usare l'app di NuTonomy per chiamare una corsa gratuita, ma gli spostamenti sono limitati a un'area di 2,5 chilometri quadrati nel distretto commerciale della città, One North, con appena una manciata di veicoli su strada (Renault Zoe o Mitsubishi i-MiEV).

Benché l'auto si muova da sola, è assicurata la presenza umana. Ogni auto ha a bordo un ingegnere NuTonomy che "osserva le prestazioni del sistema e può assumere, se necessario, il controllo del veicolo per assicurare la sicurezza e il comfort dei passeggeri".

Vuoi ricevere aggiornamenti su #Auto e Moto?
Iscriviti alla newsletter!