Terremoto: Safety Check Facebook e numeri utili

La terra ha tremato di nuovo in Italia questa notte, alle 3:36 nell'Appennino centrale con epicentro in provincia di Rieti. All'alba Paolo Messina, direttore del CNR IGAG - Istituto di Geologia Ambientale e Geoingegneria del Consiglio Nazionale delle Ricerche, in una nota ufficiale spiega che "sul sisma non abbiamo ancora tutte le informazioni necessarie ma si tratta certamente di un sisma di magnitudo importante che ha colpito una zona molto estesa dell'Italia appenninica centrale, ricca di centri storici e di località minori. Data la vastità dell'area che è stata colpita è presumibile che l'ipocentro si trovi a profondità anche superiore ai 4 chilometri, probabilmente intorno ai 7 km. Non dobbiamo stabilire un nesso diretto con le scosse avvertite in Sicilia. È purtroppo possibile che si verifichino altre scosse, speriamo di magnitudo inferiore. In questa situazione l'unica cosa da fare è seguire le indicazioni di protezione civile e sindaci".

terremoto

La situazione è in evoluzione e come spesso accade il web è d'aiuto sia per seguire gli eventi sia per supportare parenti e amici delle persone potenzialmente coinvolte nell'ennesimo evento tragico che la Natura ci ha riservato.

Partendo dagli aggiornamenti, la fonte ufficiale più quotata in Italia è @INGVterremoti, che trovate sia su Twitter sia tramite il blog ufficiale. In entrambi i casi trovate le informazioni minuto per minuto. Intanto gli hastag #terremoto e #Earthquake sono e resteranno per ore i più seguiti, e sono utili per recuperare i numeri utili di Croce Rossa e Protezione Civile.

Terremoto JPG

La @crocerossa sul suo account fornisce anche indicazioni sulle strade da evitare per consentire ai mezzi di soccorso la massima efficienza, mentre sul sito della Presidenza del Consiglio e relativi canali social si trovano gli aggiornamenti sul comitato operativo che si è riunito con a capo della Protezione Civile Ing. Fabrizio Curcio.

Facebook rinnova il proprio supporto con l'attivazione del Safety Check Facebook, "un modo semplice e facile per far sapere di essere al sicuro e per controllare che lo siano anche le altre persone a seguito di una crisi o di un disastro" scrive un portavoce del social network in una nota ufficiale, aggiungendo l'augurio che "questo strumento sia utile per le persone delle zone colpite e che lo trovino un modo efficace per comunicare ad amici e parenti di essere in salvo e al sicuro".

Avis JPG

Intanto l'Avis invita chi abita nella provincia di Rieti e ha avuto la fortuna di restare illeso durante il sisma a recarsi dalle 8 alle 11 all'ospedale di Lellis di Rieti perché "urge sangue, tutti i gruppi sanguigni" come si legge nel Tweet diffuso in prima mattina.

Pubblicità

AREE TEMATICHE