Test ADATA XPG SX8200, un SSD NVMe che colpisce nel segno

Specifiche tecniche ADATA SX8200

ADATA XPG SX8200 (480 GB)

 
ADATA XPG SX8200 (480 GB)

ADATA XPG SX8200 (240 GB)

 
ADATA XPG SX8200 (240 GB)

L'ADATA XPG SX8200 NVMe è il migliore per valore tra gli SSD mainstream che abbiamo mai testato. ADATA è riuscita a mettere insieme tutti i pezzi del puzzle nel modo giusto per garantire un'esperienza utente adeguata a un prezzo inferiore a 100 euro.

A quel prezzo potete acquistare il modello da 240 GB che è decisamente superiore a qualsiasi SSD SATA ed è probabilmente il doppio più veloce dell'unità che avete attualmente nel vostro computer.

La memoria 3D NAND TLC a 64 layer è ormai diffusa nel mondo degli SSD, quindi la maggior parte delle nuove unità che vedremo nel corso dell'anno avranno componenti identici o quasi.

Esistono prodotti con prestazioni astronomiche come gli Optane e i Samsung Pro, ma si tratta di proposte che non possono trovare spazio nella maggior parte dei computer degli utenti tradizionali.

Questo impone alle aziende che realizzano SSD di trovare una soluzione per far spiccare prodotti che altrimenti sarebbero molto simili tra loro. Quest'anno il modo per emergere sul mercato degli SSD mainstream è fornire il miglior valore possibile, trovando quindi un difficile equilibrio tra prezzo e prestazioni.

ADATA ha già annunciato tre modelli SX8200 in capacità di 240, 480 e 960 GB. Al CES 2017 circolava anche un modello da 2 TB, quindi è prevedibile che in futuro arrivino soluzioni più capienti.

L'SX8200 offre un throughput sequenziale in lettura e scrittura di 3200 e 1700 MB/s, ma le specifiche non mostrano quanti dati potete scrivere nel veloce buffer SLC - lo vedremo a breve. Le prestazioni casuali raggiungono 310.000 e 280.000 IOPS in lettura e scrittura casuale. Le prestazioni scalano con la capacità, con l'SX8200 da 480 GB a garantire le prestazioni più alte in tutte e quattro le categorie.

ADATA ha scelto la 3D NAND a 64 layer di Micron per questa serie di SSD. L'azienda riceve i wafer di chip e seleziona la propria memoria NAND flash in modo da indirizzare quella migliore agli SSD e il resto ad altri tipi di prodotti con minori prestazioni.

Caratteristiche

L'overprovisioning è una parte di capacità della NAND "nascosta" che l'unità usa per diffondere scritture e cancellazione di dati lungo una popolazione più ampia di blocchi NAND. Questo aumenta la resistenza e le prestazioni in scrittura dell'unità in aree che non potete vedere guardando le semplici specifiche. Si tratta di un aspetto importante da sapere perché è la fonte non segreta delle prestazioni dell'SX8200.

La serie usa lo stesso controller Silicon Motion SM2262 degli SSD Intel SSD 760p e HP EX920, che sono due SSD concorrenti che abbiamo apprezzato per prestazioni e prezzo. L'HP EX920 ha introdotto un buffer SLC dinamico che cresce - in base alle capacità libera - per accogliere i dati in ingresso, mentre l'Intel 760p ha un buffer con capacità fissa. Anche l'ADATA SX8200 usa un buffer dinamico, ma sfrutta l'overprovisioning per migliorare le prestazioni.

Prezzo, garanza e resistenza

Lo scorso agosto abbiamo iniziato a sentire voci sull'arrivo di prodotti basati sul controller SM2262, per poi avere la conferma a gennaio. Intel ha fissato il prezzo iniziale delle proposte con questo controller grazie alla serie SSD 760p, e poi HP ha ulteriormente tagliato il listino con l'EX920.

Con la serie SX8200 ADATA fa un ulteriore passo avanti. Il modello da 240 GB si trova a circa 95 euro, mentre il 480 GB a 155 euro. Nel momento in cui scriviamo il modello da 960 GB incomincia ad apparire online, ma la disponibilità crescerà nelle prossime settimane.

Adata XPG SX8200 240GB 480GB 960GB
Resistenza - TBW (Terabytes Written) 160 TBW 320 TBW 640 TBW

ADATA offre 5 anni di garanzia, previo rispetto del valore massimo di resistenza, ovvero la quantità di dati che potete scrivere sull'unità durante la garanzia. Il modello da 240 GB supporta 160 TBW (terabytes written) e la resistenza raddoppia a ogni aumento di capacità.

Software

Adata offre due suite di software scaricabili. L'SSD Toolbox personalizzato da ADATA abilita il monitoraggio SMART, la cancellazione sicura, funzioni TRIM e varie altre possibili. ADATA mette a disposizione anche una versione limitata di Acronis. Il software consente di clonare dati da un'unità esistente all'SX8200. È un'interessante funzionalità che vi permette d'installare l'unità senza perdere tempo a reinstallare Windows e tutto il vostro software.

XPG SX8200 visto da vicino

adata sx8200 03

Da vicino l'unità sembra essere un progetto di riferimento di un SSD SM2262. Il lavoro di personalizzazione di ADATA si è concentrato sulla selezione della NAND e al miglioramento del firmware. Tutte le capacità si presentano nel form factor a doppia faccia.

adata sx8200 02

L'heatsink con marchio XPG è una delle caratteristiche che ADATA non ha preso direttamente dal progetto di riferimento di Silicon Motion. ADATA include una piastra di metallo sottile con un nastro per il trasferimento termico già applicati. La piastra agisce come un heatsink distribuendo il calore dal controller su un'area superficiale maggiore.

Specifiche tecniche ADATA XPG SX8200

  Adata XPG SX8200 (240GB) Adata XPG SX8200 (480GB)
Adata XPG SX8200 (960GB)
Capacità (grezza / utente) 256GB / 240GB 512GB / 480GB 1024GB / 960GB
Form Factor M.2 2280 D5 M.2 2280 D5 M.2 2280 D5
Interfaccia / protocollo PCIe 3.0 x4 / NVMe 1.3 PCIe 3.0 x4 / NVMe 1.3 PCIe 3.0 x4 / NVMe 1.3
Controller SMI SM2262 SMI SM2262 SMI SM2262
DRAM Nanya DDR3 Nanya DDR3 Nanya DDR3
NAND Micron 64-Layer TLC Micron 64-Layer TLC Micron 64-Layer TLC
Lettura sequenziale 3200 MB/s 3200 MB/s 3150 MB/s
Scrittura sequenziale 1100 MB/s 1700 MB/s 1700 MB/s
Lettura casuale 200.000 IOPS 310.000 IOPS 310.000 IOPS
Scrittura casuale 240.000 IOPS 280.000 IOPS 280.000 IOPS
Codifica
Resistenza 160 TBW 320 TBW 640 TBW
Product Number ASX8200NP-240GT-C ASX8200NP-480GT-C ASX8200NP-960GT-C
Garanzia 5 anni limitati 5 anni limitati 5 anni limitati

Prestazioni ADATA SX8200 da 480 GB

L'ADATA SX8200 da 480 GB entra nella crescente lista di soluzioni con 3D NAND a 64 layer. Negli ultimi due mesi questi prodotti hanno preso il posto di diversi modelli del 2017. L'XPG SX8200 è direttamente comparabile all'HP EX920 e all'Intel 760p. Tutte e tre le unità usano lo stesso controller e memoria IMFT (Intel/Micron Flash Technologies).

Il Plextor M9Pe e il Samsung 970 EVO sono arrivati sul mercato nel 2018 e hanno memoria a 64 layer. Il MyDigitalSSD BPX, il Toshiba RD400 e il Samsung 960 Pro con memoria MLC completano le unità usate per ii confronto.

Prestazioni in lettura sequenziale

L'Adata XPG SX8200 e l'HP EX920 offrono prestazioni in lettura sequenziale simili. Entrambe le unità si comportano molto bene e sono dietro al Samsung 960 Pro di meno di 100 MB/s con queue depth (QD) 2.

test 01
test 02

Prestazioni in scrittura sequenziale

L'overprovisioning extra permette all'SX8200 di scrivere dati sequenziali leggermente più rapidamente rispetto all'EX920. Entrambe le unità inseguono gli SSD NVMe di Samsung in questo caso, anche a basse QD.

test 03
test 04

Prestazioni in scrittura sequenziale sostenuta

test 05

La differenza più grande tra EX920 e SX8200 emerge nei test di scrittura sostenuta. L'SX8200 ha un buffer SLC più aggressivo che può assorbire circa 2 volte più dati rispetto all'EX920 e circa 20 volte più dati rispetto all'Intel 760p. Tutte e tre le unità hanno controller identici e memoria NAND simile, con firmware e programmazione a fare la differenza.

Per quanti non lo sanno, il buffer ad alta velocità vi permette di scrivere dati sulla NAND con un bit per cella (SLC) anziché tre (TLC). Di primo acchito non sembrerebbe un passo avanti, ma invece è così e permette di avere migliori prestazioni.

Scrivere 3 bit verso ogni cella è un'opzione di precisione che richiede otto differenti livelli di tensione. Scrivere un solo bit richiede appena due livelli di tensione: off e on. La differenza è simile a dipingere un muro con un pennello usato per lavori di rifinitura o a prendere il barattolo e lanciarne il contenuto sulla parete. Il muro viene dipinto in entrambi i modi, ma uno richiede molto più tempo dell'altro.

Avere un buffer più ampio permette a più dati di riempire la veloce SLC. Possiamo scrivere due file ISO Blu-Ray completi verso l'SX8200 da 480 GB senza che alcun dato finisca sulla più lenta area TLC. Le altre unità TLC non possono fare altrettanto. Il Samsung 960 Pro, dotato di memoria MLC, è di un'altra categoria.

Prestazioni in lettura casuale

L'SX8200 non raggiunge le prestazioni in lettura casuale astronomiche a QD1 dell'HP EX920, anche se idealmente dovrebbe essere così.

test 06
test 07
test 08

Ciò non significa che l'SX8200 è una cattiva unità, o che si comporta male in questo test. Prima del 2018 saremmo stati entusiasti di circa 13.000 IOPS in lettura casuale a QD1.

Prestazioni in scrittura casuale

test 09
test 10
test 11

Tutte le unità scrivono dati casuali molti rapidamente. I numeri sono così alti che raramente ci soffermiamo a guardarli. La maggior parte delle operazioni di scrittura casuale avviene a QD1, e se lavorate pesantemente in multitasking, potreste essere in grado d'impilare due comandi per un microsecondo. Il grafico a linee mostra quanto vicine sono le unità a QD1. Queste leggere differenze non dovrebbero essere notabili con i software d'uso quotidiano.

Carico misto sequenziale al 70%

test 12
test 13

L'SX8200 si comporta molto bene con i carichi sequenziali misti. I nostri test usano un rapporto tra letture e scritture del 70/30%, un mix tipico sui PC desktop, per misurare le prestazioni. Alcuni anni fa questo test era davvero pesante per gli SSD consumer. La tecnologia ha fatto passi da gigante in termini di progettazione e ottimizzazione dei controller, nonché della memoria, ottenendo prestazioni più che doppie.

Carico misto casuale al 70%

test 14
test 15

La maggior parte dei carichi casuali misti avviene a basse QD. Abbiamo già visto i risultati a QD1 con due operazioni simultanee. Considerando i risultati dell'SX8200 nei test di lettura e scrittura casuali al 100%, l'unità si comporta come previsto.

Stato di equilibrio sequenziale

test 16
test 17
test 18

Il grande buffer SLC e un overprovisioning pesante aiutano l'Adata SX8200 a stare al top o quasi nel nostro test sequenziale in stato di equilibrio. Questa unità, insieme ad altri SSD TLC, non è realmente progettata per questi tipi di carichi workstation.

Stato di equilibrio casuale

test 19
test 20

Gli SSD con maggiore overprovisioning hanno un vantaggio prestazionale evidente una volta riempiti di dati. Il controller ha più area da usare per attività in background, come la pulizia delle celle affinché la successiva operazione di scrittura possa avvenire senza aumentare la latenza.

Prestazioni software reali, PCMark 8

Le prestazioni in lettura casuale inferiori emergono nei test con i software. L'SX8200 insegue altri prodotti durante alcuni dei carichi più leggeri, ma si comporta meglio con i carichi più pesanti.

Bandwidth

test 31

Anche se l'SX8200 non vince a titolo definitivo in molti dei test, è al livello di tante altre unità. A nostro giudizio qualsiasi SSD batta il nuovo Samsung 970 EVO è veloce. Ci sono una manciata di SSD NVMe che rientrano in quella categoria ora, e la maggior parte è presente in questo grafico.

Prestazioni carico avanzato, PCMark 8

test 32
test 33
test 34

Come l'EX920, anche il nuovo Adata XPG SX8200 ha uno strano picco di latenza durante i carichi pesanti. Fortunatamente la maggior parte degli utenti non entrerà in questa condizione. L'SX8200 non vuole interrompere lo svolgimento delle attività in background fino a quando non vengono completate, ma l'overprovisioning extra lo aiuta a completare le operazioni più velocemente dell'EX920.

Tempo di servizio

test 35
test 36
test 37

Dopo il completamento delle operazioni di pulizia in background, l'SX8200 ritorna a essere un SSD molto veloce che s'inserisce a buon diritto tra i migliori SSD NVMe consumer sul mercato.

Tempo di occupazione

test 38

Sotto carichi pesanti l'unità deve lavorare più duramente rispetto ai due SSD di Samsung. L'SX2262 ha solo due core, mentre i due Samsung hanno un controller a cinque core che aiutano a ridurre la latenza durante i carichi pesanti.

Test di reattività BAPCo SYSmark 2014 SE

I due test BAPCo rappresentano la vostra tipica giornata di lavoro in ufficio. SYSmark misura le prestazioni del sistema con differenti tipi di software, ma rileva anche la latenza per generare un punteggio di reattività.

test 39
test 40

L'ADATA XPG SX8200 da 480 GB restituisce un risultato molto alto. L'HP EX920 è un po' più rapido, come lo sono i Samsung. Il BPX ha un overprovisioning molto pesante, quindi domina il test. Sfortunatamente è quasi alla fine del suo ciclo produttivo.

Test autonomia notebook BAPCo MobileMark 2012.5

test 41
test 42

L'SX8200 da 480 GB ci ha restituito 5 ore e 20 minuti di attività sul nostro notebook gaming Lenovo Y700-17. Non si tratta del migliore punteggio che abbiamo registrato, ma non è certamente il peggiore. Questa unità rappresenta un buon aggiornamento per i notebook con SSD SATA che supportano anche unità NVMe.

Continua a pagina 2

Pubblicità

AREE TEMATICHE