Test Gigabyte Radeon RX Vega 56 Gaming OC 8G

Radeon RX Vega 56 personalizzata

Gigabyte RX Vega 56 Gaming OC 8G

 

La RX Vega 56 personalizzata da Gigabyte. Un design con molti compromessi.

Gigabyte RX Vega 56 Gaming OC 8G

Poche settimane abbiamo messo le mani sulla prima scheda video Vega di terze parti a varcare le soglie del nostro laboratorio, la Sapphire Radeon RX Vega 64 Nitro+.

Rispetto a quella proposta, la RX Vega 56 Gaming OC 8G di Gigabyte è meno appariscente, con dimensioni e peso più contenuti. Sembra quasi una scheda fatta apposta per apparire ordinaria, in modo da non generare una domanda che Gigabyte non sarebbe in grado di soddisfare. Eppure, alla scheda non manca nulla e offre comunque un approccio diverso da quello della versione di riferimento di AMD.

Disponibilità

gigabyte rx vega 56 gaming oc 8g 01
Clicca per ingrandire

Secondo le nostre fonti i partner di AMD hanno ricevuto solo poche migliaia di GPU Vega 10 e la maggior parte di queste è destinata alle schede RX Vega 64. Questa generale carenza di package sta impedendo ai partner di produrre in massa i propri modelli. Al momento la Gigabyte RX Vega 56 Gaming OC 8G non è disponibile in Italia e per quanto ne sappiamo meno di 100 ne arriveranno in Germania.

Com'è fatta

Con un peso di poco più di un chilogrammo, la soluzione di Gigabyte è 600 grammi più leggera della RX Vega 64 Nitro+ di Sapphire. La scheda è anche considerevolmente più compatta, con una lunghezza di 27,8 cm, un'altezza di 13 cm e uno spessore di 4,7 cm.

gigabyte rx vega 56 gaming oc 8g 02
Clicca per ingrandire

Due ventole che ruotano in senso opposto, ognuna con un diametro di 9,5 cm, sono posizionate all'interno di aperture da 10 cm. Secondo Gigabyte, il design delle pale di queste ventole divide il flusso d'aria e lo guida lungo la superficie delle ventole, migliorando il flusso rispetto alle ventole tradizionali. Naturalmente testeremo queste affermazioni.

Il backplate non ha il logo Aorus, presente invece su un modello di pre-produzione che abbiamo avuto per poco tempo tra le mani. L'inserto in rame sul retro del package è termicamente isolato da questo backplate. Entrambi i componenti giocano un ruolo nel raffreddamento dei componenti. Non la vedete nelle immagini, ma c'è un'heatpipe sotto il backplate - ne parleremo nelle prossime pagine.

gigabyte rx vega 56 gaming oc 8g 03
Clicca per ingrandire

Guardando la scheda da sotto si vede che Gigabyte ha ottimizzato la forma delle alette orientate in verticale. La leggera inclinazione e la forma a onda sono pensate per creare un flusso d'aria più efficiente e migliorare il raffreddamento.

gigabyte rx vega 56 gaming oc 8g 04
Clicca per ingrandire

Dall'alto è evidente che Gigabyte ha fatto attenzione ai costi di produzione. Non ci sono effetti di luce RGB o altre peculiarità. Avete invece della semplice plastica con accenti arancione. Il logo Gigabyte bianco è stampato. Come il progetto di riferimento di AMD, Gigabyte richiede solo un paio di connettori PCIe a 8 pin.

gigabyte rx vega 56 gaming oc 8g 05
Clicca per ingrandire

Se guardiamo da vicino la scheda vediamo un paio di heatpipe da 8 mm e tre da 6 mm, insieme al cavo delle ventole. Sulla scheda ci sono un paio di punti di saldatura per componenti aggiuntivi che non sono stati sfruttati per il progetto finale.

gigabyte rx vega 56 gaming oc 8g 06
Clicca per ingrandire

La scheda ha sei uscite video, contro le cinque del modello di riferimento di AMD. Tre sono HDMI 2.0 e tre DisplayPort 1.4. Si possono usare tutte simultaneamente per collegare sei mmonitor in Eyefinity.

gigabyte rx vega 56 gaming oc 8g 07
Clicca per ingrandire

In base alle linee guida per le frequenze di AMD, Gigabyte ha aumentato le frequenze base e boost della Radeon RX Vega 56 Gaming OC 8G in modo netto. L'azienda ha aumentato anche il power limit della scheda di 55W.

Modello Radeon RX Vega 64 Gigabyte RX Vega 56 Gaming OC Radeon RX Vega 56 di riferimento GeForce GTX 1070 Ti GeForce GTX 1080
GPU Vega 10 Vega 10 Vega 10 GP104 GP104
Dimensione Die 486 mm² 486 mm² 486 mm² 314 mm² 314 mm² 
Transistor 12,5 miliardi 12,5 miliardi 12,5 miliardi 7,2 miliardi 7,2 miliardi
Freq. Base/Boost 1247/1546 MHz 1275/1590 MHz 1156/1471 MHz 1607/1683 MHz 1607/1733 MHz
Shader/SIMD 4096/64 3584/56 3584/56 2432/19 2560/20
Unità Texture/ROPS 256/64 224/64 224/64 152/64 160/64
Pixel Fill Rate 79.8 GPix/s 81.6 GPix/s 74 GPix/s 102.8 GPix/s 102.8 GPix/s
Texture Fill Rate 319.2 GT/s 285.6 GT/s 258.9 GT/s 244 GT/s 257.1 GT/s
Bus 2048-bit 2048-bit 2048-bit 256-bit 256-bit
Memoria HBM2 HBM2 HBM2 GDDR5 GDDR5X
Bandwidth memoria 484 GB/s 410 GB/s 410 GB/s 256 GB/s 320 GB/s
Velocità memoria 1.89 Gb/s 1.6 Gb/s 1.6 Gb/s 8 Gb/s 10 Gb/s
Dimension memoria 8GB 8GB 8GB 8GB 8GB
DX12 Feature Level 12_1 12_1 12_1 12_1 12_1
Connettori PCIe 2x 8-Pin 2x 8-Pin 2x 8-Pin 1x 8-Pin 1x 8-Pin
TDP 295W 265W 210W 180W 180W

Configurazione di prova

Sistema di prova
Hardware Intel Core i7-6900K @ 4.3 GHz
MSI X99S XPower Gaming Titanium
Corsair Vengeance DDR4-3200
1x 1TB Toshiba OCZ RD400 (M.2, SSD di sistema)
2x 960GB Toshiba OCZ TR150 (Archiviazione, immagini)
be quiet Dark Power Pro 11, 850W PSU
Windows 10 Pro (aggiornato)
Raffreddamento Alphacool Eisblock XPX
5x be quiet! Silent Wings 3 PWM (Closed Case Simulation)
Thermal Grizzly Kryonaut (Used when Switching Coolers)
Case PC Lian Li PC-T70 con kit di estensione e mod
Configurazioni: banchetto aperto, case chiuso
Monitor Eizo EV3237-BK
Rilevazione consumi - Misura DC senza contatto allo slot PCIet (usando una riser card)
- Misura DC senza contatto al cavo di alimentazione ausiliario esterno
- Misura di tensione diretta all'alimentatore
- 2 x Oscilloscopio multicanale digitale con funzione di archiviazione Rohde & Schwarz HMO 3054, 500MHz
- 4 x pinza amperometrica Rohde & Schwarz HZO50 (1mA - 30A, 100kHz, DC)
- 4 x Rohde & Schwarz HZ355 (sonde 10:1, 500MHz)
- 1 x multimetro digitale con funzione di archiviazione Rohde & Schwarz HMC 8012
Rilevazione temperature - 1 x videocamera a infrarossi Optris PI640 80 Hz + PI Connect
- Registrazione e monitoraggio a infrarossi in tempo reale
Rilevazione rumormosità NTI Audio M2211 (con file di calibrazione, taglio basso a 50Hz)
Steinberg UR12 (con alimentazione phantom per i microfoni)
Creative X7, Smaart v.7
Camera proprietaria di misurazione, 3.5 x 1.8 x 2.2m (L x D x H)
Perpendicolare al centro del rumore sorgente, Distanza di misura di 50 cm
Livello di rumorosità in dB(A) (Slow), Analizzatore di frequenza in tempo reale (RTA)
Spettro di frequenza del rumore rappresentato graficamente

Alimentazione e layout della scheda

Gigabyte ha scelto un approccio decisamente diverso dalla scheda di riferimento AMD. Purtroppo questo significa che la maggior parte dei waterblock full cover è incompatibile. Anche il Morpheus di Raijintek.

Gigabyte ha implementato sei fasi con raddoppiamento, per un totale di 12 convertitori di tensione per la VDDC e una fase per la memoria (MVDD), come AMD, ma il modo in cui questi elementi sono orientati porta ad avere problemi con i sistemi di raffreddamento di terze parti. Le sorgenti delle altre tensioni ausiliarie sono visibili nell'immagine qui sotto.

gigabyte rx vega 56 gaming oc 8g layout 01
Clicca per ingrandire

Osservando il retro della scheda vediamo che metà dei MOSFET low-side usati maggiormente è stata spostata lì. Perciò si può dedurre che circa il 30% di tutte le perdite del convertitore di tensione - e il calore derivante - avvengono nel retro della scheda. Naturalmente non è sufficiente dissipare calore dalla parte frontale della scheda. Il raffreddamento deve avvenire su entrambi i lati.

gigabyte rx vega 56 gaming oc 8g layout 02
Clicca per ingrandire

Gigabyte si affida a un totale di due connettori ausiliari a 8 pin per dare una mano allo slot PCIe nell'alimentazione della scheda. Secondo le nostre misure, quello slot garantisce un massimo di circa 25W, quindi i due connettori si occupano del resto.

Alimentazione GPU (VDDC)

Come per il progetto di riferimento di AMD, il focus è sull'IR35217 di International Rectifier, un controller multi-fase a doppia uscita che permette di avere sei fasi per la GPU e una fase aggiuntiva per la memoria. Ci sono però 12 circuiti di regolazione, non sei. Questo è il risultato del raddoppiamento, che permette al carico di ogni fase di essere distribuito tra i due circuiti di regolazione.

gigabyte rx vega 56 gaming oc 8g layout 03
gigabyte rx vega 56 gaming oc 8g layout 04

Sei driver MOSFET interleaved IR3598, tre sulla parte frontale e tre sul retro, sono responsabili di questo raddoppiamento. L'effettiva conversione di tensione per ognuno dei 12 circuiti di regolazione è gestita da un Alpha & Omega Semiconductor AON6594 sull'high side e due AON6360 in parallelo sul low side. Si tratta di componenti a basso costo ma accettabili, specie perché la disposizione parallela significa anche che i punti termici caldi sono distribuiti in modo più uniforme.

gigabyte rx vega 56 gaming oc 8g layout 05
gigabyte rx vega 56 gaming oc 8g layout 06

Gigabyte si affida a induttori Magic per VDCC e MVDD. Con solo 10nH per la VDCC, tuttavia, questi induttori sono piuttosto piccoli. Gli induttori dell'unica fase MVDD sono più nella media con un'induttanza di 22nH. Tuttavia, in altre schede, abbiamo visto soluzioni da 33 nH.

gigabyte rx vega 56 gaming oc 8g layout 07
gigabyte rx vega 56 gaming oc 8g layout 08

Alimentazione memoria (MVDD)

Come già detto, anche l'alimentazione della memoria è controllata da un IR35217. Una fase è più che sufficiente per questa scheda, in quanto la memoria HBM2 è meno esigente. Come per la VDDC, troviamo un AON6594 sull'high side e due AON6360 in parallelo sul low side.

gigabyte rx vega 56 gaming oc 8g layout 09
gigabyte rx vega 56 gaming oc 8g layout 10

Convertitori di tensione aggiuntivi

Creare la VDDCI non è un'operazione molto difficile, ma è importante perché regola la transizione tra i livelli di segnale interni alla GPU e la memoria. È essenzialmente la tensione del bus I/O tra GPU e memoria. Come tale, sono fornite due sorgenti costanti di 1,8V e 0,9V.

gigabyte rx vega 56 gaming oc 8g layout 11
gigabyte rx vega 56 gaming oc 8g layout 12

Sotto la GPU, c'è un regolatore lineare a bassa caduta Anpec APL5620 che restituisce una tensione molto bassa per l'area phase locked loop (PLL).

gigabyte rx vega 56 gaming oc 8g layout 13
gigabyte rx vega 56 gaming oc 8g layout 14

Tutto il resto è standard. A colpire è la presenza di un solo chip BIOS.

gigabyte rx vega 56 gaming oc 8g layout 15
gigabyte rx vega 56 gaming oc 8g layout 16

Un induttore con core in ferrite da 68nH aiuta a bloccare i picchi e qualsiasi potenziale sottoprodotto dell'erogazione di energia.

Continua a pagina 2

Pubblicità

AREE TEMATICHE