TIM, +25% di utile ma la Borsa non premia il titolo

Il Consiglio di Amministrazione di TIM, ieri, ha approvato la relazione finanziaria del primo trimestre 2018 ma nonostante i ricavi in crescita (+2,7% a 4,7 miliardi) e gli investimenti in calo ( -20% a 660 milioni), il margine lordo si è ridotto a 1,89 miliardi (-4,7%). Gli analisti non hanno trovato entusiasmanti i dati, anche se l'utile è cresciuto di 250 milioni (+25%) e con la convinzione che questo trimestre non andrà meglio hanno assistito al responso della Borsa: ieri il titolo ha perso il 4%.

A onor del vero bisogna ricordare che l'EBITDA (margine operativo lordo) ha scontato l'effetto degli oneri operativi non ricorrenti pari a 95 milioni di euro. "I costi non ricorrenti sono principalmente connessi all'accantonamento a copertura della sanzione da 74,3 milioni di euro comminata lo scorso 8 maggio 2018 in relazione alla presunta infrazione della norma 'Golden Power', già contestata da TIM e per la quale a breve presenterà ricorso", si legge sulla nota ufficiale.

ricavi tim
Ricavi

Il debito è rimasto pressoché invariato a 25.537 milioni di euro, dai 25.308 milioni del 31 dicembre 2017. Il motivo è legato "al rimborso IVA per effetto dello split payment, che ha assorbito circa 400 milioni nel primo trimestre; al netto di tale impatto, il dato è in diminuzione di 150 milioni di euro rispetto al 31 dicembre 2017".

tim
Investimenti

Il segmento mobile però continua a trainare. Si parla di un incremento dei ricavi anno su anno del 4,7% e un aumento della penetrazione della banda larga e ultra larga (rispettivamente +158mila clienti e +354mila clienti), per una base clienti attiva totale di 27,4 milioni di clienti (+1,4%).

EBITDA
EBIDTA

Sul fronte residenziale l'aumento dei ricavi è stato del 2,3%, con un incremento della clientela ultra broadband di 634mila unità (314mila retail e 319mila wholesale) e complessive linee ultra broadband a quota 3,8 milioni.

Leggi anche: Vivendi sconfitta dal Fondo Elliott, cambiamenti in vista

"I solidi risultati del primo trimestre 2018 sono trainati dalla performance positiva in Italia e dalla forte crescita del Brasile, a conferma che stiamo già raccogliendo i frutti dell'implementazione della nostra strategia DigiTIM", ha commentato l'AD di TIM, Amos Genish.

Anche la base clienti di TIMVision è cresciuta, con un incremento del 6,5% trimestre su trimestre.

Pubblicità

AREE TEMATICHE