I TV 4K saranno sempre di nicchia, il futuro è solo OLED

I televisori ad altissima definizione 4K non avranno per anni un peso rilevante sul mercato e servono soprattutto a mantenere vivo l'interesse dei consumatori in attesa della vera novità tecnologica concreta del prossimo futuro: i TV OLED. Questa è in sintesi l'opinione degli analisti di IHS iSuppli, secondo i quali i TV LCD 4K non supereranno l'1 percento di quota di mercato da qui a cinque anni.

Alla fine di quest'anno, secondo IHS iSuppli, saranno stati venduti circa 4 mila TV LCD 4K, una cifra che gli analisti vedono in crescita sino a 2,1 milioni di TV 4K venduti nel 2017. È un numero elevato in assoluto, ma che rispetto alla dimensione del mercato complessivo rappresenta solo lo 0,8 percento di penetrazione, valutata sempre per il 2017. I TV 4K resteranno un prodotto di nicchia per una combinazione di fattori: il fatto che con pannelli più piccoli di 60 pollici non si percepiscono grandi differenze tra 4K e Full HD e i pannelli così grandi sono pochissimo diffusi, il costo elevato (20-25 mila dollari per i primi modelli da 84 pollici) e la mancanza di contenuti 4K.

Ma secondo IHS iSuppli c'è anche un altro motivo per cui i TV 4K faranno grande fatica a diffondersi: sarebbero i produttori stessi a considerarli solo una fase di transizione. Tom Morrod, responsabile di IHS per le analisi legate a TV e tecnologie correlate, ha infatti spiegato che i TV 4K ricoprono il ruolo di prodotti di punta nelle gamme di varie aziende, ma solo temporaneamente in attesa dello sviluppo dei TV OLED. In questa fase, da un lato i produttori giapponesi spingerebbero sul 4K perché non riescono a competere degnamente con i concorrenti coreani in campo OLED, dall'altro i coreani stessi dirottano l'attenzione del pubblico sui TV 4K in attesa di arrivare a produrre TV AMOLED a volumi e prezzi più abbordabili.

Pubblicità

AREE TEMATICHE