Questa testata è partner di La Repubblica e contribuisce alla sua audience
Hot topics:
News su Guide ai regali di Natale
8 minuti

Uncharted 4, anteprima della beta multiplayer

Il nostro ricco resoconto della beta di Uncharted 4, con tanti dettagli sul gameplay della componente multigiocatore delle nuove avventure di Nathan Drake.

Uncharted 4, anteprima della beta multiplayer

Uncharted 4: Fine di un ladro arriverà leggermente in ritardo, visto che la nuova data d'uscita è stata fissata per il 10 maggio. Dimentichiamoci tuttavia, solo per un attimo, della campagna single player per concentrarci sulla modalità multiplayer, che abbiamo testato questo weekend durante la beta pubblica messa a disposizione per tutti gli utenti PS4.

Introdotta col secondo capitolo, la modalità multiplayer ha acquisito sempre più consensi da parte del pubblico. Considerando l'enorme attesa nei confronti di Uncharted 4 da parte dei fan potete immaginare che le aspettative siano molto alte, anche su questo aspetto del gioco.

Uncharted 4 beta multiplayer 05

La beta ha inizio con un tutorial ambientato nella giungla, che si rivela uno dei tre scenari disponibili.

I comandi e tutti i movimenti sono davvero semplici e immediati; si corre con la levetta sinistra e si salta con la X, mentre per ripararsi dietro le rocce, i muri o altri elementi delle "arene" si usa il tasto cerchio. Con il pulsante L1 si può sfruttare il rampino ogni volta che compare l'apposita icona nei dintorni delle alture o di altri probabili appigli, ed è questa la primissima novità che s'incontra in questa quarta avventura di Nathan Drake.

Uncharted 4 beta multiplayer   Comandi

In Uncharted 4 il multiplayer risulta più votato ad una componente arcade e non fa nulla per nasconderlo. Al contrario, le novità introdotte in questa versione sono tese a offrire power-up, armi distruttive e altri divertenti espedienti.

L'unica modalità disponibile nella beta era il deathmatch a squadre. La prima cosa da fare, all'inizio di ogni match, è scegliere il tipo di equipaggiamento. Il piano d'attacco del piccolo guerrafondaio ci propone sei diverse classi, preconfigurate per affrontare scontri ravvicinati o a lunga distanza.

L'equipaggiamento d'assalto prevede l'immancabile AK-47 e una pistola, quello di supporto un Mettler M30 e un revolver, mentre quello di sfondamento comprende un fucile a pompa Spezzotti e una parabellum .45. La lista prosegue con l'equipaggiamento tattico, che ha un FAL e una Aegis 9mm e con quello di ricognizione, che punta su un M24 e una pistola automatica. Infine abbiamo l'equipaggiamento a corto raggio con un MP34a e pistola a pompa.

Uncharted 4 beta multiplayer   Equipaggiamento

Il tipo di equipaggiamento può essere personalizzato, permettendovi di creare la classe che più rispecchia il vostro stile di gioco. Dopo aver valutato le diverse varianti, la scelta di crearne una classe personalizzata si è rivelata quella migliore. Cercate di non far mancare mai un AK-47, che a nostro avviso continua ad essere l'arma migliore.

L'editor dell'equipaggiamento prevede diverse sezioni che permettono di scegliere un'arma primaria, una secondaria e un power up da usare in ogni momento del match. Ci sono inoltre sezioni per un ausilio che prevede l'intervento di un nuovo componente aggiuntivo alla squadra con speciali caratteristiche (ci soffermeremo più avanti) e anche per "l'intervento mistico", che non prevede le vostre preghiere per sopravvivere al match, ma l'uso di armi magiche e affini.

Nathan e alcune vecchie conoscenze

La scelta del proprio alter ego virtuale propone il nostro Nathan e una schiera di personaggi che abbiamo avuto modo di conoscere nei precedenti capitoli, come Sully, Charlie Cutter, Zoran e la bionda Katherine Marlowe. Tutti i personaggi prevedono una manciata di modifiche estetiche e non, come smorfie e insulti, ma anche cappelli e diversi vestiti. Molti non sono disponibili da subito e si devono sbloccare guadagnando monete nel corso dei match. Noi non siamo riusciti a rinunciare allo smoking per Nathan, in pieno stile 007.

Uncharted 4 beta multiplayer

Una volta raggiunto il numero di 10 giocatori per squadra, il deathmatch può avere inizio. In questa versione non ci è stata data la possibilità di scegliere l'arena di gioco, ma siamo riusciti a giocare in tre scenari differenti. Due di questi sono di tipo semi urbano, uno diurno e l'altro notturno, con caseggiati aperti e campi di battaglia sviluppati in lunghezza,. Il terzo scenario ci ha portato nella giungla di un'isola, con un'arena sviluppata in altezza.

Ogni uccisione, assist o aiuto alla squadra, consente di accumulare soldi da spendere negli add-on visti nel menù in fase preparatoria, oppure in un apposito "flash market" accessibile durante le fasi di gioco con la pressione del touchpad.

In caso di morte, nel lasso di tempo che occorre per il respawn compare un'interfaccia sullo schermo che invita all'acquisto di power up, armi, oggetti e alleati.

Uncharted 4 beta multiplayer 06

Per mantenere intatto lo spirito della serie, nel radar della mappa sono indicati i tesori che le due squadre devono trovare nel corso dello scontro, col fine di accumulare altro denaro. I tesori si possono rubare anche ai componenti della squadra avversaria. Ovviamente dopo averli crivellati di colpi.

Ogni volta che Nate subisce un colpo è possibile avviare una richiesta d'aiuto premendo il pulsante X. I membri della squadra che si trovano nelle vicinanze possono prestare soccorso grazie usando un kit medico. Ogni richiesta di aiuto si può visualizzare nel radar della mappa. Inutile dirvi che ogni intervento di questo tipo è ricompensato in termini di soldi e punti che vi fanno salire di livello.

Abbiamo notato che nel menù iniziale sono presenti le sfide del giorno; queste possono essere completate mediante il raggiungimento degli obiettivi proposti nel corso dei match. Ad esempio noi ci siamo imbattuti in queste tre sfide: metti KO 10 nemici, rianima 5 compagni di squadra, vinci 3 partite.

Continua a pagina 2
AREE TEMATICHE
Vuoi ricevere aggiornamenti su #PlayStation?
Iscriviti alla newsletter!