Giochi PC

1998: la leggenda e la sua genesi

Pagina 2: 1998: la leggenda e la sua genesi

Lo sviluppo del primo MediEvil ebbe inizio 21 anni fa. Era il 1995 e Millenium Interactive – software house famosa per titoli come Frogger, SilverLoad e Thunderstrike – creò il concept che poi diventò ciò che conosciamo oggi. Conosciuto inizialmente come "Dead Man Dan", il progetto voleva essere una fusione tra Ghost'n Goblins e l'universo burtoniano ammirato in Nightmare Before Christmas. I lavori portarono allo sviluppo di una demo che colpì in modo particolare Sony, con il colosso nipponico che si aggiudicò il titolo in esclusiva per la neonata PlayStation.

MediEvil uscì il primo ottobre del 1998, raccogliendo da subito il consenso di pubblico e critica. La trama era, o meglio è oggi, uno dei punti forti del titolo con un protagonista che è ormai simbolo di una generazione di videogiocatori: Sir Daniel Fortesque, un eroe di guerra (o presunto tale) del regno di Gallowmere, risvegliatosi nel 1386 – 100 anni dopo la sua morte in battaglia – a seguito di un incantesimo scagliato dal perfido stregone Zarok.

medievil 3
La storica copertina di MediEvil (1998)

Sir Daniel doveva affrontare lo stregone e i suoi sgherri all'interno di un viaggio lungo 23 livelli, compreso uno segreto da sbloccare. Non tutti sanno che il gioco prevedeva un finale alternativo, ottenibile soltanto dopo aver raccolto tutti e 20 i calici sparsi nel percorso di gioco: finale che, come può confermarvi chi l'ha sbloccato, era tutto un programma!

Il titolo, un platform con elementi hack 'n slash, si rivelò un successo sia dal punto di vista della critica che da quello commerciale: sebbene non esistano dati di vendita verificati il gioco venne distribuito anche in versione Platinum, che implica la vendita di almeno 400.000 copie in tutto il mondo.

medievil 2
Il nostro "valoroso" Sir Daniel Fortesque

Come se si trattasse di una delle pellicole di Tim Burton, per la realizzazione della colonna sonora gli sviluppatori scelsero di proposito dei compositori che per lo stile si avvicinassero a quello di Danny Elfman.

Paul Arnold e Andrew Barnabas composero una delle colonne sonore più apprezzate dell'intera storia PlayStation, un vero peccato che questa non sia stata mai commercializzata su CD.