Tom's Hardware Italia
Giochi PC

Ace Combat 7: Skies Unknow, il provato alla Gamescom 2018

Nel corso della lunga presentazione Bandai Namco, è ritornato sugli schermi il titolo favorito degli appassionati di volo. Ace Combat 7: Skies Unknown ha svelato qualcosa di più della sua storia, che si ambienta nel continente di Usean come già era accaduto per Ace Combat 3 ed Ace Combat 4, nel corso di un conflitto […]

Nel corso della lunga presentazione Bandai Namco, è ritornato sugli schermi il titolo favorito degli appassionati di volo. Ace Combat 7: Skies Unknown ha svelato qualcosa di più della sua storia, che si ambienta nel continente di Usean come già era accaduto per Ace Combat 3 ed Ace Combat 4, nel corso di un conflitto noto come Seconda Guerra Continentale di Usean – esplosa dopo un attacco aereo a opera di velivoli senza pilota.

Il personaggio da noi controllato, "Trigger", era in origine un aviatore dell'unità aerea di Usean prima di esser accusato dell'omicidio dell'ex presidente del Paese e trasferito all'Unità Penitenziario, una forza militare costituita interamente da criminali, ritenuti dunque sacrificabili, incaricati di difendere la nazione da questa improvvisa e sconosciuta minaccia.

Padroni dei cieli

In quel della gamescom lo abbiamo provato per la prima volta e ottenuto nuove informazioni sul sistema meteorologico: il settimo capitolo rispetta la tradizione del franchise e offre combattimenti ricchi di azione. In particolare la grafica (supportata da Unreal Engine 4 e la tecnologia trueSKY per la renderizzazione delle nuvole), i controlli e l'atmosfera sono quanto più ci hanno colpito, al punto da ritenere Ace Combat 7: Skies Unknown un acquisto obbligato per i fan della saga.

ace combat 7 skies unknown tanti nuovi dettagli sulle funzionalita sulla storia v5 333662 1280x720

L'innovazione più grande rispetto ai predecessori sono senza dubbio le condizioni atmosferiche: oltre alle classiche nuvole di turbolenza, anche la pioggia, le tempeste e il ghiaccio dovrebbero avere un forte impatto sull'avionica e di conseguenza sull'esperienza di gioco. La nebbia a livello del suolo assicura che la visibilità sia appena di qualche decina di metri, pericolosa nei canyon stretti ma al contempo ideale per far sì che i missili guidati raggiungano il loro obiettivo sfruttando la copertura.

Le nuvole nelle aree più alte, tuttavia, rappresentano un pericolo ancora maggiore: l'acqua sull'aereo potrebbe congelarsi e una simile occorrenza influenzerebbe tantissimo la manovrabilità fino addirittura, nel peggiore dei casi, a far schiantare il velivolo. Si tratta di conseguenze non solo teoriche ma pratiche, come abbiamo potuto constatare nel corso della demo, elementi perfetti per aggiungere quel tocco strategico in più e quella sensazione adrenalinica che solo situazioni al limite possono trasmettere. Lo stesso vale per le meccaniche di volo. Certo, nella realtà sarebbe molto diverso ma non ci si può aspettare comunque meno da una serie come Ace Combat: l'alto tasso di azione non lo priva della precisione e di un facile utilizzo ma è al tempo stesso abbastanza profondo da gratificare i migliori.

Lo ammettiamo, non siamo dei piloti Eurofighter esperti eppure non serve tutta questa esperienza per riconoscere come la cabina di pilotaggio sia fantastica ed incredibilmente realistica, capace di farci sentire davvero a bordo di uno di questi bolidi dei cieli. Ace Combat 7: Skies Unknown è stato veramente carico di atmosfera nella nostra mezz'ora di demo, perché oltre ai jet da combattimento estremamente realistici e con licenza, è ispirato persino in tutti gli aspetti che precedono il volo di per sé: all'inizio della missione, quando ancora il velivolo era sulla portaerei, il resto dell'equipaggio con le uniformi sgargianti ha completato i compiti assegnati con estrema precisione, permettendoci in breve di andare a dominare i cieli. Ci è sembrato tutto così coerente e realistico da lasciarci senza fiato e, una vota di più, con la convinzione di essere davvero degli aviatori esperti.

Ace Combat 7

Ancora più bella e intensa, poi, sarà l'esperienza in VR perché persino i profani delle esperienze virtuali non avranno alcun problema a immergersi nel mondo di gioco. Siamo rimasti davvero impressionati e sebbene Ace Combat 7: Skies Unknown non sia quello che potremmo definire una "bomba grafica" senza precedenti, resta ugualmente impressionante a livello grafico e coerente nel suo sviluppo – con solo una leggera riserva sulle texture del terreno, ancora passabili di qualche miglioria. Il fatto infine che i piloti comunichino tra loro in modo credibile nel corso della missione è un valore aggiunto al tutto.

In definitiva c'è molto per cui rimanere colpiti: i dettagli, gli effetti atmosferici, i dettagli degli aerei, l'atmosfera e il comportamento stesso in volo ci hanno convinto, soprattutto in VR. Il grande punto di domanda restano le missioni: quella cui abbiamo preso parte la potremmo definire un assaggio, il che apre a molte possibilità in termini di design che se sfruttato al meglio nella sua varietà sarà il fattore decisivo per rendere il titolo ancora più appetibile. Allo stesso modo non sappiamo niente sugli sviluppi della storia, dunque ci teniamo anche questa riserva, ma per quanto visto finora non c'è dubbio che Ace Combat 7: Skies Unknown si ponga come un grande titolo per tutti i piloti virtuali.


Tom's Consiglia

Ace Combat 7: Skies Unknow farà il suo debutto ufficiale il prossimo 28 dicembre. Le prenotazioni sono disponibili su Amazon al prezzo più basso possibile.