Tom's Hardware Italia
Game Division

Activision Blizzard paga i dipendenti se accettano di farsi tracciare con delle app per la salute

Activision Blizzard paga i propri dipendenti se questi accettano di utilizzare delle app che tracciano le loro condizioni di salute.

Activision Blizzard offre ai propri dipendenti degli incentivi finanziari se accettano di farsi trattare le condizioni di salute tramite alcune app. Basandoci su quanto riportato dal The Washington Post, lo sviluppatore paga un dollaro al giorno, tramite gift card, se lo staff utilizza un’app chiamata Ovia.

Tramite il sito ufficiale, possiamo leggere che “Ovia Health è una soluzione legata alla maternità utile per trasformare il modo in cui le donne e le famiglie sono supportate durante il viaggio per diventare genitori. Ci sono varie app, legate a fertilità, gravidanza e alla genitorialità che offrono vari tipi di servizi.

Ovia è solo una delle molte app che Activision Blizzard consiglia di usare. Ci sono app legate alla salute mentale, al sonno, alla dieta, all’autismo e alla cancro. Milt Ezzard, VP della divisione “Global Benefits”, afferma che la reazione iniziale a questa proposta è stata alquanto negativa, ma pian piano lo staff l’ha adottata, spinto anche dai benefit finanziari. Non è chiaro se l’utilizzo di molteplici app permette di guadagnare di più, o se si viene pagati una cifra fissa.

Ezzard ha affermato che “alla fine hanno capito che era qualcosa di completamente volontario: non c’è una pistola puntata alla loro testa.” L’utilizzo dell’app, secondo la visione di Activision Blizzard, permette di far risparmiare soldi sia alla società che ai singoli dipendenti. I dati personali sono gestiti da una compagnia esterna di sicurezza e non sono utilizzati per identificare i singoli dipendenti. Si tratta quindi di un’iniziativa volta a prevenire problemi di salute e aiutare lo staff. Diteci, voi accettereste di usare questo tipo di app?