Giochi PC

Anonymous minaccia Zynga, no ai licenziamenti di massa

Il gruppo di hacker Anonymous ha minacciato Zynga, la software house nota per i social game come FarmVille, CityVille e molti altri. Secondo un post pubblicato su AnonNews.org i pirati hanno sottratto e pubblicato alcuni documenti "confidenziali", insieme ad alcuni file che dovrebbero contenere copie dei giochi di Zynga, archiviati sui server dell'azienda.

Zynga minacciata da Anonymous? L'azienda non ha commentato la vicenda

La chiave di questi file sarà distribuita il 5 novembre a meno che la società non decida di "cessare immediatamente il piano". Anonymous si riferisce al presunto licenziamento di 800 impiegati di Zynga e allo spostamento dello sviluppo dei giochi a Bangalore, in India.

Al di là delle solite considerazioni sulla struttura decentralizzata di Anonymous, che pone dei grossi limiti per stabilire la veridicità delle informazioni, ci sono altre stranezze in questa vicenda.

In primo luogo i documenti sottratti includono parti di dominio pubblico relative ad alcune cause legali contro Zynga. La loro pubblicazione non rivela nulla di nuovo e non prova che ci sia stata effettivamente una sottrazione di materiale confidenziale.

Gli altri documenti sono dei presunti promemoria dell'amministratore delegato di Zynga, uno in brutta copia e uno in versione riveduta. La bozza sembra scritta su una macchina da scrivere e corretta a penna. A pensare male sembrerebbe che sia qualcosa confezionato ad arte e anche la padronanza dell'inglese sembra abbastanza discutibile, soprattutto per un dirigente di alto livello.

Infine la minaccia di distribuire i giochi sembra abbastanza innocua, visto che i titoli di Zynga sono già gratuiti e si possono usare su molteplici piattaforme. Inoltre non ci si può comunque divertire con i titoli dell'azienda senza collegarsi ai loro server. Quindi sembra difficile che questa mossa possa danneggiare l'azienda, a meno che nelle righe di codice non ci siano eventuali segreti nascosti.

###old1901###old

Inizialmente anche un video su YouTube ha contribuito ad alimentare la veridicità della minaccia, ma successivamente è stato cancellato e ora rimane soltanto il post su AnonNews.org, che fra l'altro è criticato in modo sarcastico da alcuni utenti. "Si tratta di social games free to play, branco d'ignoranti", recita uno degli ultimi commenti (con toni decisamente più coloriti).

Zynga non ha commentato la vicenda, che a dire il vero suscita più di qualche dubbio. Perché Anonymous dovrebbe attaccare quest'azienda? Secondo gli hacker questa software house è colpevole di un trattamento oltraggioso nei confronti dei propri dipendenti, trattati come oggetti per preferire lo spostamento verso nazioni dove la "manodopera" è più economica.

Tuttavia non c'è nessuna conferma di un imminente licenziamento di massa, e sicuramente un evento simile avrebbe fatto molto rumore nell'industria dei videogiochi. Il dubbio rimane, si tratta di un piano segreto di Zynga o di una svista di alcuni membri di Anonymous? Ai posteri l'ardua sentenza.