Giochi PC

Anteprima Seeds of Resilience, il Cast Away gestionale

Seeds of Resilience

dsadadas
Sviluppatore: Subtle Games
Editore: Subtle Games
Data di uscita: 04/07/2018 (Accesso Anticipato)
Provato su: PC
Disponibile su:  pc

acquista

Seeds of Resilience è un gestionale a turni appena giunto in Accesso Anticipato su Steam. Lo scopo è far sopravvivere un gruppetto di naufraghi su una piccola isola deserta e alle condizioni climatiche avverse. 

Il gioco è sviluppato da due sole persone ma, nella sua semplicità, si dimostra ambizioso. I contenuti presenti e la qualità raggiunta al momento ci rendono però fiduciosi sul futuro del titolo. Una volta sbarcati con tre sopravvissuti su una piccola isoletta abbiamo solo un breve tutorial che ci spiega le meccaniche base, per la verità molto intuitive pur essendo solo in inglese, se non fosse per una schermata caotica, con troppi pulsanti e in gran parte occupata dall'interfaccia.

La piccola isola – ne sono presenti due fra cui scegliere all'avvio della partita – è rappresentata in assonometria isometrica e suddivisa in caselle. Sono presenti alberi, rocce e in generale risorse da raccogliere con i nostri naufraghi. Per far ciò bisogna selezionarne uno, impostare la raccolta e cliccare su ciò che vogliamo immagazzinare. Proprio per questo Seeds of Resilience sembra più un gioco per smartphone e tablet, anche se non riteniamo la scelta di tali meccaniche del tutto fuori luogo. Per migliorare la vita sull'isola dobbiamo affidarci al crafting che ricopre un ruolo chiave in tutta l'esperienza. I sopravvissuti hanno infatti delle abilità che si migliorano completando un'attività dopo l'altra e necessarie per poter edificare e produrre strutture ed attrezzi più avanzati. Le risorse che raffiniamo inizialmente sono usate nella creazione di asce e picconi, necessari per ottenere legno e minerali, altrimenti inaccessibili, da sfruttare per la costruzione di forgia e falegnameria. A loro volta, questi edifici consentono di produrre ulteriori e più elaborati manufatti.

20180703162305 1

20180706110049 1

20180706110934 1

Ogni azione svolta durante la giornata consuma però parte delle ore di lavoro che ogni personaggio ha a disposizione: una volta terminate bisogna concludere il turno e attendere la giornata successiva. In questo lasso di tempo, oltre a consumare il cibo immagazzinato, possono verificarsi eventi nefasti che potrebbero danneggiare tutto ciò che abbiamo raggiunto finora. In pratica, la difficoltà è davvero ridotta ai minimi termini e al momento manca un vero senso di sfida; la sopravvivvivenza dei naufraghi non è mai veramente a rischio.

Per quanto possa apparire un gioco poco degno di nota, la formula di gioco di Seeds of Resilience riesce comunque a essere apprezzabile. Non è perfetta e potrebbe ben presto portare a noia, ma è rilassante dar vita a un piccolo insediamento autosufficiente. Anche la semplicità della grafica si sposa bene con il gameplay: le texture sono piacevoli e colorate, così come la stilizzazione generale degli elementi.

Verdetto

Nel complesso, la nostra prova di questa prima versione disponibile in Early Access su Steam è stata sufficientemente convincente. Il problema principale è che siamo ancora davanti a un prototipo con delle buone idee. Uno sviluppo che miri allo snellimento dell'interfaccia e riduca i click necessari a completare ogni compito, rendendo le nostre azioni più fluide, aiuterebbe tanto. Naturalmente anche sul fronte dei contenuti c'è molto lavoro da fare e speriamo che la generazione procedurale delle isole diventi ben presto realtà, assieme a un pizzico di maggiore difficoltà generale con l'introduzione di nuovi eventi casuali. Se volete supportare gli autori, Seeds of Resilience è disponibile all'acquisto su Steam.


Tom's Consiglia

Se volete un gestionale ambientato in un'isola, perché non giocare a Tropico 5?